×

Trovato in spiaggia uno squalo della Groenlandia morto, aveva la meningite

Un esemplare in particolare relativamente giovane, di "soli" 100 anni: trovato in spiaggia a Newlyn uno squalo della Groenlandia morto di meningite

Un esemplare di squalo della Groenlandia

Dalla Cornovaglia arriva la notizia di uno squalo della Groenlandia trovato morto in spiaggia, l’animale aveva la meningite ed il suo potrebbe essere il primo caso del genere studiato al mondo. L’animale, una femmina, è stato trovato vicino al porto di Newlyn il mese scorso.

L’autopsia effettuata sul pesce cartilagineo infatti ha rivelato che era affetto da meningite e che quell’infezione cerebrale potrebbe aver determinato indirettamente la morte dell’animale. 

Squalo della Groenlandia morto di meningite

Come? “Cuocendogli” il cervello e mandandolo prima in acque basse, poi addirittura ad arenarsi, dove è morto per anossia. Ci sono due dati infatti che dal Regno Unito ribadiscono: lo squalo della Groenlandia è un pesce che vive solitamente a profondità molto elevate ed è uno degli esseri viventi a simmetria bilaterale più longevi al mondo, potendo arrivare a vivere fino a 400 anni.

Secondo gli scienziati sarebbe la prima volta che un animale di questa specie viene trovato  con questa malattia. 

Un esemplare “giovane” di 100 anni

Questo esemplare in particolare era relativamente giovane, dato che non superava i 100 anni di vita e al momento non ci sarebbero prove di un nesso fra meningite ed inquinamento marino.  Rob Deaville, responsabile del progetto per il CSIP, ha spiegato alla Bbc: “È probabilmente il primo caso al mondo, tuttavia non possiamo dire quali siano state le cause della malattia.

Le specie marine che vivono negli abissi, come gli squali della Groenlandia possono essere influenzate dalle pressioni umane sull’oceano, ma in questa fase non ci sono prove sufficienti per stabilire connessioni con la malattia”.

Contents.media
Ultima ora