×

Uber, taxi uccide pedone per la prima volta: sospeso

Un taxi autonomo Uber uccide per la prima volta un pedone, una donna, e l’azienda americana ha sospeso il servizio. E’ avvenuto a Tempe, in Arizona.

Incidente con auto Uber

Un taxi autonomo, gestito da Uber, ha ucciso per la prima volta un pedone, una donna, ed il servizio è stato sospeso. E dire che faceva parte di un progetto che Uber sperava rappresentasse il futuro.

L’incidente è avvenuto a Tempe, in Arizona. C’era un operatore del veicolo al volante, ma in quel momento non aveva il controllo dell’auto.

I dettagli

Un comunicato della polizia ha fatto sapere che il veicolo stava viaggiando verso Nord, quando una donna che camminava fuori dalle strisce pedonali, ha attraversato la strada ed è stata colpita dal veicolo Uber.

Taxi

I funzionari non hanno chiarito se l’incidente mortale sia avvenuto domenica 18 o lunedì 19 marzo. La donna, di cui non è stato rivelato il nome, è deceduta in ospedale.

L’annuncio e il tweet dell’azienda

Un portavoce di Uber Tecnologies Inc ha annunciato che la società ha deciso di sospendere i test in Nord America. Le compagnia stava testando i propri taxi a Phoenix e a Tempe, oltre che in una serie di altre città come Pittsburgh in Pennsylvania, San Francisco e Toronto.

I tweet

In un tweet, Uber ha espresso le proprie condoglianze, affermando di aver pienamente collaborato con le autorità, e la polizia ha confermato. Un altro tweet simile è stato postato dall’amministratore delegato di Uber, l’uomo d’affari iraniano Dara Khosrowshahi.

Le morti precedenti

In realtà era già successo che morissero persone in incidenti che coinvolgevano veicoli Uber a guida autonoma, ma questa è la prima volta che uno di essi investe ed uccide un pedone, e ciò ha portato alle debite conseguenze.

Il funzionamento

I taxi autonomi Uber, come le macchine autonome prodotte da altre compagnie, solitamente utilizzano dei sensori per individuare pedoni, ciclisti ed altre auto, inserendoli in un computer in grado di guidare e accelerare. Fino a poco tempo fa, una persona reale era seduta al volante, ma di recente i funzionari della California hanno approvato i test di tali veicoli senza nessuno che li guidasse.

Uber ha cominciato a provare i taxi autonomi nel 2016, ma hanno sempre avuto conducenti umani, ovvero persone pagate per guidarli.

Tuttavia l’esperimento “futuristico” è fallito. Questo è accaduto già un anno fa, quando un altro incidente in Arizona ha coinvolto altri veicoli a guida autonoma, dopodiché è avvenuta una vasta indagine. In quel caso non c’è stata alcuna vittima, ma il taxi si è scontrato con un’altra auto. Inoltre vi sono stati problemi minori, legati per esempio al funzionamento delle luci rosse.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche