×

Ucraina, continuano gli attacchi alle città: Zelensky promette resistenza feroce

In attesa del secondo round di negoziati, i russi hanno conquistato Kherson: Zelensky promette una resistenza feroce.

Guerra Ucraina soldati russi

Continua l’offensiva della Russia contro l’Ucraina, con la conquista della prima grande città (Kherson) e altre esplosioni nella capitale: a poche ore dal secondo negoziato tra le delegazioni dei due paesi, che avrà luogo in Bielorussia, Zelensky ha promesso una resistenza feroce da parte del suo popolo.

Russia accetta pausa per evacuare i civili

Il ministero della Difesa russo Sergei Shoigu ha annunciato una pausa nelle operazioni militari per favorire l’evacuazione di civili dall’Ucraina attraverso corridoi umanitari. “Siamo pronti a crearne ovunque, in qualsiasi momento” ha dichiarato a pochi minuti dall’avvio del secondo round di negoziati tra le delegazioni di russe e ucraine.

Secondo negoziato a Brest alle 13

Il capo negoziatore russo Medinsky ha riferito che il secondo round di trattative avrà inizio alle ore 13 italiane nella cittadina di Brest (Bielorussia).

Secondo l’analista bielorusso Yury Voskresenasky, vicino agli organizzatori dell’incontro, l’Ucraina avrebbe chiesto alla Russia che il colloquio non si tenesse in Bielorussia come originariamente stabilito ma in un altro paese vicino. Si tratta di una notizia che non ha però trovato conferme dalle parti in causa.

Durante il negoziato, Kiev dovrebbe chiedere il cessate il fuoco e il ritiro delle truppe russe dal suo territorio mentre Mosca punterebbe alla neutralità del paese e all’indipendenza del Donbass.

Il Cremlino vuole infatti che l’Ucraina si demilitarizzi e che la comunità internazionale riconosca la Crimea come territorio russo.

Lavrov: “Continueremo le operazioni”

Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrorv ha dichiarato che la Russia continuerà le operazioni in Ucraina e che l’esercito di Mosca ha l’ordine di utilizzare armi ad alta precisione per colpire gli obiettivi militari. “Non permetteremo agli ucraini di mantenere infrastrutture che minacciano la sicurezza russa“, ha aggiunto.

Ha inoltre dichiarato che una soluzione si troverà, che la Federazione è ancora aperta a trattative con la Nato e che “abbiamo avuto informazioni sulla preoccupazione degli Stati Uniti di perdere i propri laboratori chimici e biologici in Ucraina“.

34 civili uccisi a Kharkiv

I bombardamenti russi e gli attacchi alle popolazioni civili hanno ucciso 34 civili nella regione di Kharkiv tra il 2 e il 3 marzo. Nel frattempo la città portuale di Mariupol resta senza fornitura di elettricità e di acqua.

Zelensky: “Li cacceremo con disonore”

In un nuovo videomessaggio, il Presidente ha affermato che “ovunque andranno, i russi saranno distrutti e non avranno calma, cibo, né un solo momento di tranquillità“. Gli occupanti, ha dichiarato, riceveranno solo una cosa dagli ucraini: una resistenza feroce e tale che ricorderanno per sempre che non rinunciano a ciò che è loro.

Dopo aver reso noto che quasi 9 mila russi sono stati uccisi in una settimana, ha poi rivolto un appello ai giovani militari di Mosca: “Dite ai vostri ufficiali che volete vivere. Che non volete morire ma vivere. Dobbiamo fermare la guerra e ristabilire la pace il più presto possibile“. E ancora: “Li cacceremo via con disonore. Questi non sono guerrieri di una superpotenza ma bambini confusi che sono stati usati“. Ha infine concluso affermando che “la Russia risarcirà l’Ucraina per tutti i danni provocati durante la brutale guerra voluta da Mosca”.

Anonymous: “007 russi hanno allertato su attentato a Zelensky”

Il gruppo di hacker Anonymous ha rivelato che i servizi segreti russi (Fsb) avebbero allertato l’Ucraina su un complotto per assassinare il presidente Zelenskiy:”Ora possiamo aspettarci una lotta di potere interna al Cremlino per rovesciare il regime di Putin. Nel frattempo, continuiamo con gli attacchi“.

Contents.media
Ultima ora