×

Vaccino per i giovanissimi, il piano: open night e camper itineranti nei luoghi di movida e turismo

Le Regioni hanno messo in campo diverse iniziative, da open night a camper itineranti, per coinvolgere i più giovani nella campagna vaccinale.

Vaccino

Le Regioni hanno messo in campo diverse iniziative, da open night a camper itineranti, per coinvolgere i più giovani nella campagna vaccinale prima del rientro a scuola a settembre. Il piano delle Regioni.

Vaccino per i giovanissimi: le iniziative delle Regioni

In vista del rientro a scuola a settembre, la priorità sta diventando quella di vaccinare i più giovani. Per farlo, le Regioni hanno creato un piano che comprende diverse iniziative, dai camper itineranti alle open night in spiaggia. Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, ha dichiarato alle Regioni di fare il possibile per raggiungere i giovani nella fascia d’età tra i 12 e i 19 anni.

Molti territori si sono immediatamente attivati, mandando camper itineranti nei luoghi dedicati alla movida e al turismo. Si tratta di un modo per cercare di intercettare i giovanissimi, facendoli vaccinare senza prenotazione. 

La spinta a vaccinarsi è data anche dalla decisione del Governo di mettere l’obbligo del Green pass. La conseguenza è stata un aumento delle dosi somministrate ai più giovani. Le iniziative per raggiungerli si sono diffuse in tutta Italia, coinvolgendo soprattutto le zone maggiormente turistiche. 

Vaccino per i giovanissimi: somministrazioni senza prenotazione

Le corsie preferenziali sono arrivate anche per i tifosi di Roma e Lazio. Sono state organizzate anche molte open night, come quelle di Alassio e di Chiavari. In Lombardia sono arrivate le corsie preferenziali per le prenotazioni immediate degli studenti universitari. In Veneto puntano tutto sugli hub di Jesolo e Caorle per convincere i giovani. Da Ferragosto dovrebbero arrivare altre dosi, per cui si proseguirà con queste operazioni itineranti. Dal 20 agosto nel Lazio si punterà soprattutto sulle località balneari come Formia e Terracina, mentre altre Regioni stanno cercando di mettere in campo corsie preferenziali negli hub, come richiesto da Figliuolo.

Puntano anche sugli ospedali, con il supporto di medici di base e pediatri.

Vaccino per i giovanissimi: la ripresa a settembre

In Puglia si stanno concentrando sul rientro a scuola di settembre. Dal 23 agosto partirà una specie di censimento di chi non è vaccinato, con un appello per le scuole medie e superiori. Si parla anche di sport, con la sottosegretaria Valentina Vezzali che ha chiesto un percorso agevolato per l’immunizzazione degli sportivi tra i 12 e i 18 anni. Rimane il problema di chi si trova in vacanza in una Regione diversa da quella in cui vive. In questi casi non ci sono problemi per la seconda dose, ma per la prima la possibilità è ancora esclusa. 

Contents.media
Ultima ora