Aborto: costo operazione COMMENTA  

Aborto: costo operazione COMMENTA  

Aborto: costo operazione
Aborto: costo operazione

Quando si pensa al costo di un’operazione come l’aborto, il lato materiale non è la prima cosa che viene in mente. Altri sono i veri costi

Quando una donna arriva a fare un passo doloroso come l’aborto, ha già fatto prima molta strada in solitudine e l’operazione è l’ultima spiaggia. Sì, perché l’aborto è contro-natura. E’ quanto di più aberrante per una donna: la negazione di sé stessa come donna e come persona, prima ancora che come madre.


Ma ci sono casi nella vita in cui non si può più decidere e, come in questo caso, la donna è costretta a scegliere il male minore. L’aborto, per non morire di parto, in molti casi. Perché non si è in condizioni di essere buone madri. L’aborto, anche se in molti Paesi è ancora illegale.


La cosa migliore da fare in ogni caso, è facilitare la donna in questo cammino difficile e accompagnarla, se si è capaci, lungo un percorso che comunque vada le lascerà addosso cicatrici che non si rimargineranno mai.


Quanto costa materialmente abortire, cosa pensa Papa Francesco dell’interruzione di gravidanza

I costi dell’operazione variano a seconda della struttura che si scelga.  Negli ospedali pubblici italiani e nelle strutture convenzionate con l’ASL  è totalmente gratuito. Gli unici costi sono quelli relativi al farmaci da prendere dopo l’operazione. Se invece si opta per cliniche private, i costi partono da un minimo di 1000 euro, ma possono superare i 1300.

L'articolo prosegue subito dopo


E’ storia recente l’affermazione, se vogliamo sconvolgente, del Papa sul tema. Risale infatti a domenica scorsa (20 novembre 2016) la dichiarazione contenuta nella Lettera Apostolica che conclude il Giubileo della Misericordia. Parole che hanno destato stupore e dissenso tra gli ambienti ecclesiastici più conservatori, ma anche grande conforto tra fedeli e laici.

Papa Francesco ha dichiarato che bisogna perdonare le donne che sono pentite di aver commesso questo peccato ed è facoltà dei sacerdoti assolverle e insieme a loro perdonare anche i medici che le hanno aiutate effettuando l’operazione.

Il perdono, ha aggiunto il Papa, non cancella il peccato commesso. Ma è anche vero che “Non esiste alcun peccato che la misericordia di Dio non possa raggiungere e distruggere quando trova un cuore pentito che chiede di riconciliarsi con il Padre”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*