Asus Zenfone 3 max: caratteristiche

Tecnologia

Asus Zenfone 3 max: caratteristiche

Asus Zenfone 3 max: caratteristiche
Asus Zenfone 3 max: caratteristiche

Uno dei modelli più apprezzati della famiglia Asus è sicuramente lo Smartphone Asus Zenfone 3 max. Andiamo a vederne le caratteristiche.

Asus Zenfone 3 Max è stato il primo arrivato di tutta una serie di prodotti Asus che sono sbarcati sul mercato nel 2016. Si proponeva immediatamente come uno tra i più piccoli e più compatti dei dispositivi dell’azienda, e faceva dei suoi punti di forza il prezzo, che è competitivo ancora oggi, e la resistenza, oltre che l’autonomia della sua batteria, che è a lunga durata.

Nella confezione troviamo manualistica italiana, delle cuffie di buona qualità, un alimentatore a 5 volt e un adattatore micro usb e usb standard. L’adattatore serve a utilizzare l’Asus Zenfone 3 max per ricaricare i cellulari di altri amici, ma ci dà anche la possibilità di utilizzarlo pre ricaricare altri dispositivi.

Dal punto di vista del design non c’entra nulla con gli Zenfone 2, leggermente un po’ pesante (150 grammi), ma gran parte del peso è della batteria importante. Lettore e fotocamera non sono sporgenti ma incassati, ed è un punto a favor, in pratica uno tra i più modesti di quelli che si potevano trovare in circolazione come “di ultima generazione” nel 2016. È un quad core da 1,25 GHz che ha GPU Mali T720MP2.b Però può farsi forte di 3 GB di RAM e ben 32 GB di memoria interna a loro volta espandibili attraverso micro SD. Non ci dimentichiamo del contesto e della fascia di prezzo. Per un cellulare che si propone come accessibile a tutti o quasi, in pratica virando sulla fascia medio-bassa. Questo spazio, soprattutto nel 2016, era una rarità e costituisce un punto forte dell’apparecchio.

L’ Asus Zenfone 3 Max si mostra interessante anche a livello fotocamera, con due fotocamere, una da 13 e una da 5 mega. Si prende il rischio del “lettore di impronta”: si dimostra abbastanza veloce e reattivo. Quindi questa piccola scommessa è vinta.

Display in risoluzione HD, non full HD, quindi bene bene, ma non proprio benissimo. Non si notano difetti dei pixel, buona la luminosità, buoni gli angoli di visione. L’interfaccia è personalizzata su Android Marshmallow 3.0; non c’è più il browser di Asus ma direttamente Google Chrome. La tastiera però risulta leggermente lenta rispetto alle altre marche concorrenti. Lo scroll e il doppio tocco sono abbastanza rapidi, come in ogni Google Chrome che si rispetti. Ma torniamo a parlare direttamente dell’Asus Zenfone 3 Max e del suo sistema operativo.

Abbiamo una grande vastità di opzioni su questo Android Marshmallow: nella home possiamo cambiare gesture, modificare icone, cambiare la grandezza della griglia e molto altro. Oltre a questo potrete anche togliere il drawer delle app.
Poi ci sono molti software a nostra disposizione, come MiniMovie per creare brevi video dalle foto scattate, la galleria con supporto agli account Cloud, e un nuovo Mobile Manager per gestire tutti gli aspetti di sicurezza del sistema. Si tratta di un sistema forse troppo pieno di app e funzioni e ci potrebbe volere un po’ di tempo per apprezzarlo complessivamente.

Infine vediamo il prezzo: è stato commercializzato in Italia al prezzo di 199,00 euro, e il prezzo di oggi non si discosta molto, arrivando fino ai 170 euro in alcuni store online

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 681 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+