Brasile, arbitro accoltella un giocatore: i tifosi lo decapitano COMMENTA  

Brasile, arbitro accoltella un giocatore: i tifosi lo decapitano COMMENTA  

Un incontro tra squadre amatoriali finisce orribilmente, con una escalation di violenza davvero inspiegabile. La partita si giocava nello stato brasiliano del Maranhao, allo stadio di Pio XII. Ad un certo punto l’uomo che arbitra il match, Octavio Jordan Silva, espelle per una infrazione commessa in campo uno dei giocatori, Josenir dos Santos Abreu. Questi non accetta di buon grado la decisione dell’arbitro e gli si avventa contro. L’uomo, per difendersi dalla furia del giocatore, estrae un coltello e lo colpisce.


Mentre Josenir viene portato urgentemente in ospedale in condizioni gravissime, in campo succede una cosa assurda: i tifosi prendono in ostaggio l’arbitro, e appena vengono a sapere della morte del giocatore, lo linciano e decapitano senza alcuna pietà.

Un’azione così efferata non ha assolutamente nulla a che vedere né con il calcio, né tantomeno con il tifo: è barbarie allo stato puro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*