Canone Rai in bolletta, ecco tutti i chiarimenti

Economia

Canone Rai in bolletta, ecco tutti i chiarimenti

canone rai in bolletta

E’ in arrivo la prima rata del canone Rai in bolletta. Le domande e i dubbi sono tanti e l’Agenzia delle Entrate ha fornito tutti i chiarimenti.

A breve si pagheranno i primi 51,03 euro del canone Rai in bolletta. E’ la prima volta che si avvia il meccanismo e i dubbi sono molti. Ecco alcuni dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate.

Nuove utenze e cambio fornitori

In caso di nuovo allaccio elettrico (nuova utenza), il canone si paga a partire dal mese di attivazione. L’addebito sarà compreso nella prima bolletta comprensivo di eventuali rate precedenti. Attenzione: se il possesso del televisore era già dichiarato prima dell’attivazione della bolletta, il pagamento deve essere fatto mediante un modello F24.

Se non si ha un televisore e non si ritiene quindi di dover pagare il canone Rai in bolletta occorre compilare il quadro A della dichiarazione sostitutiva e inviarlo entro un mese dall’attivazione della fornitura elettrica.

Se si ha già una fornitura, ma si cambia fornitore, non occorre comunicare nulla ai fini del pagamento del canone.

Solo utenze residenziali, una volta per famiglia

Il canone Rai si paga una sola volta per famiglia, quindi se si hanno due utenze elettriche (intestate, dice l’esempio, a marito e moglie), occorre compilare il quadro B della dichiarazione sostitutiva in maniera da evitare un doppio addebito.

Sono solo le utenze di tipo residenziale a dover pagare il canone Rai.

Nulla è dovuto nel caso, ad esempio, degli uffici, perché, come chiarito tempo addietro, il possesso di un pc o di un tablet non è equiparato a quello di un televisore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche