Come pagare assicurazione auto a rate

Motori

Come pagare assicurazione auto a rate

Come pagare assicurazione auto a rate
Come pagare assicurazione auto a rate

Data l’attuale crisi economica nel nostro paese, sono in continuo aumento le assicurazioni per auto basate su pagamenti rateizzati e facili da gestire.

Come funziona pagamento assicurazione auto a rate

I preventivi di assicurazioni per auto con pagamento rateizzato sono sempre più richiesti. Una delle ragioni predominanti è senza dubbio l’attuale crisi economica cui devono far fronte le famiglie in Italia, con basso reddito. Il crescente numero di assicurazioni rateizzate ha portato negli ultimi anni le compagnie assicurative a soddisfare i propri affiliati con un vasto numero di proposte su misura per ogni singola esigenza. Vediamo in dettaglio in che modo operano le compagnie per garantire tale servizio. Le polizze rateizzate consentono ad una famiglia con basso reddito di far fronte ad un pagamento meno sostenuto e dilazionato nel corso dei mesi. Le assicurazioni per auto su base rateale hanno gli stessi presupposti di quelle versate in unica rata. La differenza è data dal fatto che il premio che bisogna versare alla propria compagnia assicurativa viene in tal modo suddiviso per i dodici mesi dell’anno.

Ad intervenire in supporto delle compagnie assicurative vi sono chiaramente le finanziarie, le quali non fanno altro che anticipare il corrispettivo dovuto alla compagnia in questione, ma in una sola rata. Ciò a cui bisogna prestare attenzione, tuttavia, è il calcolo degli interessi che poi andranno ad aggiungersi alla somma complessivamente dovuta come premio annuale alla propria assicurazione. Bisogna leggere bene tutte le clausole contenute all’interno dei contratti che vengono proposti dalla varie compagnie.

Senza interessi

Nel caso di pagamenti rateizzati bisogno tuttavia precisare che questi non verranno versati in modo diretto alla propria compagnia assicurativa, ma andranno all’istituto di credito che ad essa risulta associato. Il tutto avviene chiaramente dietro previo accordo stipulato tra le due istituzioni in questione. Pertanto, è chiaro che per via dell’intervento di un istituto di credito nella gestione delle pratiche, al premio finale annuo da corrispondere alla propria compagnia assicurativa, andranno ad aggiungersi gli interessi finanziari.

E’ consigliabile a tal proposito prestare dovuta attenzione alle varie soluzioni proposte oggi dal mercato assicurativo evitando al minimo importo possibile il corrispettivo dovuto poi alla compagnie finanziarie. Sarà sufficiente valutare con attenzione il tasso di interesse che ogni singola compagnia applica all’importo.

Il versamento rateizzato della polizza risulta la soluzione oggi più conveniente e gestibile per una famiglia media italiana, l’unico svantaggio resta quello chiaramente legato al calcolo degli interessi applicati dalle compagnie finanziarie. Basterà prestare la dovuta attenzione nella scelta affinché il premio complessivo annuo non risulti poi troppo oneroso.

Senza busta paga

Nel caso in cui si decida di far ricorso a tale rateizzazione, inevitabilmente si farà riferimento alla necessità di un finanziamento, in tal caso sarà fondamentale poter dare le opportune garanzie richieste dall’istituto in questione. Nessuna finanziaria ovviamente correrà il rischio di garantire un credito senza avere opportune garanzie di poter riscuotere quanto previsto.

Ciò che viene richiesto molto spesso è anche solo un documento che attesti il reddito, una busta paga per coloro che siano lavoratori dipendenti o una dichiarazione di reddito per chi fosse un libero professionista o lavoratore autonomo. Vi sono casi in cui, laddove la compagnia assicurativa conosca bene il proprio cliente, possa fare da garante presso la finanziaria che interviene nelle pratiche di rateizzazione, laddove questo non possa garantire un documento che attesti la propria situazione reddituale.

Trimestrale o semestrale

Le polizze assicurative per auto con rate mensili permettono di versare l’intero premio in più soluzioni invece di estinguere il premio in un’unica rata annuale. E’ bene tuttavia non fare confusione tra i pagamenti assicurativi rateizzati e quelli suddivisi su base trimestrale o semestrale, poiché in questi casi il pagamento verrà suddiviso in maniera differente in modo da permettere una limitata validità della copertura assicurativa, ma non rappresentano un pagamento a rate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche