Come realizzare contenitori fai da te per le piante - Notizie.it
Come realizzare contenitori fai da te per le piante
Guide

Come realizzare contenitori fai da te per le piante

Esistono tanti modi diversi per recuperare oggetti in disuso o che normalmente destineremmo alla spazzatura, trasformandoli in originali e utili contenitori per le piante della casa e del terrazzo.

I contenitori di polistirolo, come le classiche vaschette del gelato, sono termici, quindi tengono le radici delle piante al fresco in estate, e al caldo in inverno. Per trasformare la vaschetta del gelato in un vaso, vi basterà rivestirla con carta colorata adesiva (come quella da parati) o un pezzo di stoffa da legare con dei nastrini, oppure potete decorarla con della vernice spray. Poi praticate due o tre fori sul fondo, per favorire il drenaggio, e riempiteli come un qualunque vaso: uno strato di argilla espansa o ghiaia e poi il terriccio. Il coperchio sarà perfetto come sottovaso! Questo tipo di contenitore è l’ideale per sempreverdi ricadenti da appartamento o stagionali da balcone.

Potete utilizzare anche i classici mattoni da edilizia (quelli con gli “scomparti” interni) chiudendo un lato con dei pezzetti di polistirolo e praticandovi dei forellini con un chiodo, e poi riempiendo le “cellette” di terriccio: in questo modo ogni scomparto potrà ospitare una pianta diversa, con le su esigenze di terreno e irrigazione.

In realtà, quasi tutto può diventare un contenitore per le piante: vecchie scarpe, portapenne di metallo che non si usano più, la cassetta del pane, un vecchio cappello di paglia, le lattine della cucina, la busta del latte.

Basta solo un po’ di fantasia e il gioco è fatto!

L’importante, quando non si può praticare un foro per lo scolo dell’acqua o il materiale non è adatto ad essere bagnato, è rivestire internamente di plastica il contenitore prima di aggiungere il terriccio, e annaffiare con estrema parsimonia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*