Come riconoscere i sintomi di un'allergia al pomodoro

Come riconoscere i sintomi di un’allergia al pomodoro

Salute

Come riconoscere i sintomi di un’allergia al pomodoro

allergia al pomodoro

L'allergia al pomodoro è piuttosto rara. Per riconoscerla è necessario prestare attenzione ai sintomi e associarli a ciò che mangiamo. Vediamo quali sono le reazioni più comuni.

Pochi si aspettano di sentire un formicolio alle labbra o una costrizione al petto dopo aver mangiato una pizza o un bel panino italiano. Ma per alcune persone, questo è esattamente ciò che accade. Sono le persone con allergia al pomodoro. Sebbene si sappia, ormai, che le allergie alimentari sono in aumento, i sintomi dell’allergia al pomodoro sono meno conosciuti rispetto a quelli di altre allergie più diffuse. Ciò non significa che i sintomi siano meno gravi o vadano sottovalutati.

Intolleranze e allergie

Qual è la differenza tra un’intolleranza e un’allergia? Le intolleranze alimentari sono più comuni delle allergie. Nonostante la reazione chimica del corpo al cibo possa causare comunque sintomi molto spiacevoli, le intolleranze alimentari sono solitamente meno gravi e danno reazioni meno acute. Una vera allergia al pomodoro è piuttosto rara. È causata di norma dall’istamina, una proteina che si trova nei semi, nella buccia e nel succo di pomodoro.

Allergia al pomodoro

Se vi sembra di avere sintomi strani ogni volta che mangiate piatti contenenti pomodori freschi, potreste essere allergici ai pomodori.

Cosa fare allora? Ecco tutti i passaggi.

Cosa fare se si è allergici al pomodoro

  • Prendete nota di quando si verificano i sintomi. Di solito tendono a manifestarsi subito dopo che il cibo viene ingerito. È importante, per il medico, conoscere la dieta e le dosi precise. In questo modo può capire se si tratta davvero di allergia e se l’imputato sia effettivamente il pomodoro. Cercate di capire anche se i sintomi vi sembrano peggiorare con l’andare del tempo.
  • Evitate i pomodori freschi se dopo averli mangiati notate gonfiore, prurito intorno alla bocca, diarrea, vomito, difficoltà di respirazione o una eruzione cutanea persistente. Anche se non si conosce ancora il motivo esatto, molte persone con allergia ai pomodori hanno reazioni simili, anche se in forma minore, se entrano in contatto con la frutta cruda. Molte volte, una persona allergica al pomodoro non manifesta sintomi se mangia prodotti “trasformati” come il Ketchup o il concentrato di pomodoro.
  • State attenti ai sintomi: si verificano anche con altri alimenti? La pianta del pomodoro appartiene, infatti, alla famiglia delle Solanacee, così come le patate, le melanzane, il tabacco e altri vegetali.

    Dal momento che l’allergia al pomodoro è piuttosto rara, è abbastanza frequente che sia, in realtà, associata anche agli altri appartenenti della famiglia.

  • Fissate un appuntamento con un allergologo o con il vostro medico di famiglia per fare i test di allergia alimentare. In caso di sospetta allergia al pomodoro, si consiglia di eseguire entrambi i test, sia quello del sangue che quello sull’allergene pin-prick. Quest’ultimo richiede che l’allergologo vi inietti piccole quantità di proteine alimentari. Si creerà un modello a griglia sulla schiena che potrà localizzare le reazioni allergiche. Il test del sangue, invece, può rivelare un aumento degli anticorpi IgE nel vostro sistema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

cocaina
Salute

Come impedire l’uso di cocaina

23 ottobre 2017 di Notizie

La cocaina è una droga che se assunta per tanto davvero può diventare mortale. Scopri quali sono i suoi effetti principali e come impedirne l’uso.