Cosa mangiare per concepire maschietto COMMENTA  

Cosa mangiare per concepire maschietto COMMENTA  

Hai intenzione di avere un bambino? Allora sappi che un nutrizionista italiano, Febo Artabano, dopo vari studi, ha messo a punto un doppio schema alimentare da seguire a seconda che si desideri concepire un maschio o una femmina. Tentare non nuoce. Entrambi gli schemi alimentari sono ben bilanciati e vanno adottati almeno due mesi prima di iniziare a cercare una gravidanza.


Nel caso in cui si preferisca mettere al mondo un maschietto, la dieta deve mantenere stabile l’apporto di minerali, nel rapporto espresso dalla formula (potassio + sodio): (calcio + magnesio)> 4”. Ecco come organizzare i menù: sono permessi tè, caffè, gassose, limonate, acque toniche, bibite a base di cola, confetture, salatini, gelatine di frutta, un bicchiere di birra o vino, sorbetti. Sì a due cucchiai al giorno di olio extravergine di oliva. Prevedere ogni giorno: tre banane; 200 gr di frutta secca; 500 ml di succo di frutta bio senza zuccheri aggiunti; 250 gr di patate al forno; 150 gr di salumi (speck, prosciutto, mortadella e salame); 300 gr di pomodori.


Una volta alla settimana, portare in tavola legumi secchi o in scatola sgocciolati. Sono proposti 50 gr di mozzarella o crescenza due volte alla settimana. Consumare, anche quotidianamente, 130 gr di pesce essiccato (baccalà), salato (aringhe o alici), affumicato (salmone, sardine, sgombro, tonno). Una volta ogni quindici giorni prevedere 300 gr di mitili o crostacei di mare; 2 uova.


Integrare con 1 gr al giorno di cloruro di potassio in compresse (500 gr), da prendere con acqua.

Con la dieta per la selezione del sesso maschile, grazie ad un apporto tra potassio e sodio quattro volte superiore al rapporto tra calcio e magnesio, si rende la membrana dell’uovo femminile più permeabile agli spermatozoi del cromosoma maschile Y.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*