Come diventare massaggiatrice professionale: consigli utili

Salute

Come diventare massaggiatrice professionale: consigli utili

Come diventare massaggiatrice professionale: consigli utili
Come diventare massaggiatrice professionale: consigli utili

L'arte del massaggio è lontanissima nel tempo, nello spazio e nelle culture. Seguono alcune informazioni e dei consigli per apprendere la professione.

Il massaggio è un trattamento mirato al benessere psicofisico della persona che lo riceve, che nasce in tempi, spazi e culture lontanissime, perfezionandosi negli anni e puntando alla risoluzione di una vasta gamma di problematiche che, in alcuni stadi e fasi della vita, possono interessare l’organismo dell’uomo. Il massaggiatore svolge pertanto un compito delicato, mirato alla risoluzione di un problema e alla cura di un individuo. Nell’articolo di oggi andremo a vedere come si diventa massaggiatrice professionali in Italia, quale normativa regolamenta la professione e daremo alcuni consigli per chi vuole diventare un professionista in questo settore.

Che cos’è il massaggio

Eseguire un massaggio non è semplice e chi vorrebbe intraprendere una professione simile dovrebbe avere dalla sua una grossa motivazione ed innata capacità. La tecnica non può essere semplicemente insegnata e appresa, ma deve partire dall’interno. Inoltre, chi è seriamente intenzionato ad intraprendere questo percorso deve essere dotato di una grossa dose di empatia, offrendo al paziente supporto ed incoraggiamento costanti.

Nella società odierna, infatti, la terapia viene eseguita per una varietà infinita di ragioni, per cui se da un lato avremo tecniche di massaggio eseguite per restituire un po’ di quiete ad un organismo eccessivamente stressato, dall’altro il massaggio è anche un intervento medico, mirato al rilassamento muscolare non solo di un individuo particolarmente teso, ma anche di un individuo colpito da problematiche muscolari anche piuttosto gravi. In quest’ultimo caso, il massaggio è un vero e proprio intervento terapeutico mirato a restituire in chi lo riceve un po’ di benessere. E’ fuori dubbio, ad ogni modo, che qualunque sia la ragione che spinge qualcuno a sottoporsi a dei massaggi, questi restituiranno da subito, e soprattutto a lungo andare, un senso di benessere psicofisico generale.

La Normativa Italiana

Sfortunatamente, sebbene da un lato le scuole per diventare massaggiatori professionali in Italia siano numerose e rilascino attestati con validità nazionale, pur non abilitando alla professione, dall’altro la figura del massaggiatore nel nostro Paese non è riconosciuta come una vera figura professionale e non può contare su nessun supporto normativo.

Nella fattispecie, in Italia, le uniche figure professionali riconosciute ed abilitate all’esercizio della professione sono quelle dell’estetista e del fisioterapista. La medicina alternativa, sebbene faccia affidamento a tecniche di massaggio importanti e funzionali, non è inquadrata da un punto di vista normativo. Tuttavia, la stessa cosa non succede in altri paesi.

Consigli Utili

Se siete realmente interessati a diventare massaggiatori professionali e vorreste avviare una vostra attività nel settore, il primo passo da svolgere è quello di iscriversi in una buona scuola professionale o, in alternativa, seguire dei corsi o dei seminari di specializzazione ed approfondimento. In ogni struttura apprenderete e studierete in maniera approfondita le problematiche fisiche e psicologiche che possono colpire un individuo e come intervenire per migliorare il suo benessere psicofisico generale. Terminati gli studi, appoggiatevi ad uno studio serio e specializzato per imparare la professione sul campo e crescere professionalmente e a livello di esperienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche