Emmanuel Macron: 'Isis verrà sconfitto completamente sul piano militare

Emmanuel Macron: ‘Isis verrà sconfitto completamente sul piano militare

Esteri

Emmanuel Macron: ‘Isis verrà sconfitto completamente sul piano militare

Emmanuel Macron

Secondo quanto dichiarato da Emmanuel Macron la vittoria militare contro l'Isis sarà definitiva e totale nei prossimi mesi sia in Iraq che in Siria.

Secondo quanto dichiarato dal Presidente francese, Emmanuel Macron, la vittoria militare contro lo Stato Islamico sarà definitiva e totale nei prossimi mesi sia in Iraq che in Siria. Ma secondo il parere di Macron non sarà sufficiente per riuscire ad arrivare a capo della minaccia jihadista. L’inquilino dell’Eliseo è comunque convinto che dopo aver vinto a Raqqa, nelle prossime settimane e mesi l’Isis verrà sconfitto completamente sul piano militare anche nella zona dell’Iraq e della Siria.

Le parole di Emmanuel Macron

Emmanuel Macron è convinto. La vittoria militare ottenuta contro lo Stato Islamico sarà assolutamente totale nei prossimi mesi anche in Iraq e in Siria. Ma secondo l’opinione del Presidente francese non sarà comunque del tutto sufficiente per riuscire a venire a capo della minaccia jihadista. E’ questo quanto ha dichiarato Emmanuel Macron, secondo il quale loro hanno vinto a Raqqa e per questo motivo nelle prossime settimane e mesi l’Isis verrà sconfitto completamente sul piano militare pure nella zona dell’Iraq e della Siria. Il Presidente francese lo ha dichiarato rivolgendosi alle truppe francesi di stanza ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti.

Poi però Macron ha aggiunto che è altrettanto vero che questa lotta contro l’Isis non sarà ancora totalmente conclusa.

Il Presidente francese ha infatti spiegato che la stabilizzazione nel tempo e la lotta contro i gruppi terroristici saranno degli elementi indispensabili alla soluzione politica inclusiva, pluralista che loro vogliono vedere emergere nella regione.

Minaccia Isis su Macron

Le parole pronunciate da Macron potrebbero avere delle conseguenze molto pesanti. Soprattutto se si considera che il Presidente francese già in passato era stato minacciato dallo Stato Islamico. Infatti, lo scorso maggio l’Isis fece un appello di uccidere i candidati al ballottaggio per le presidenziali in Francia (ovvero Macron e Le Pen) e il personale dei seggi. E’ stata questa la minaccia lanciata dallo Stato Islamico ai lupi solitari jihadisti nella versione francese del magazine “Rumiyah”, che era stato pubblicato online proprio alla vigilia del voto presidenziale.

L’appello lanciato dall’Isis era continuato in questo modo: “Non dimenticate il vostro dovere di musulmani. Scegliete un candidato per ucciderlo e un seggio per darlo in fiamme”.

Tornando a quanto pubblicato sulla rivista “Rumiyah”, sulla copertina dell’edizione francese compariva una mano che infilava una busta all’interno di un’urna. Il tutto avvolto dalle fiamme. Per questo motivo, a poche ore dal voto per il ballottaggio delle presidenziali francesi, il livello di allerta era cresciuto a dismisura.

Inoltre, il magazine ha ricordato che i musulmani non solo dovevano uccidere i candidati. Ma anche gli elettori e il personale dei seggi, che dovevano essere dati in pasto alle fiamme. Nel testo non erano present i nomi dei due rivali, Emmanuel Macron e Marine Le Pen. Ma comunque l’atto terroristico è stato giustificato spiegando che chiunque avesse partecipato al voto sarebbe stato considerato come un infedele.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche