Eurostat: in Italia prezzi sopra la media per alimenti e bevande non alcoliche

Attualità

Eurostat: in Italia prezzi sopra la media per alimenti e bevande non alcoliche

eurostat

L’Eurostat fa una radiografia dei prezzi in Europa per bevande e alimenti. Svizzera la più cara, in Albania i tabacchi a buon mercato.

L’Eurostat, l’ufficio di statistica Europea, ha diffuso una ricerca nella quale ha evidenziato la politica dei prezzi nel Vecchio Continente. Secondo le statistiche dell’Istituto, nel nostro paese il prezzo dei beni alimentari e delle bevande non alcoliche sarebbe più alto della media in Europa.

Prendendo a riferimento base 100, in Italia il costo dei generi alimentari si attesterebbe a quota 110. Differente è il discorso per quanto concerne i prezzi dei tabacchi e degli alcolici che, contrariamente a quanto avviene per i generi alimentari, sarebbe ben al di sotto della media europea. L’Eurostat ha rilevato che su base 100 in Europa, i costi per l’acquisto di bevande alcoliche sarebbe circa 98 mentre per il tabacco scenderebbe addirittura a 91.

Entrando ancora di più nei dettagli il prezzo di pane e cereali sarebbe circa il 116% di quanto offerto in media in Europa mentre carne e latte si attesterebbero a 112 e le uova al 121.

Per quanto riguarda le bevande non alcoliche, la ricerca di Eurostat ha evidenziato che la Svizzera si collocherebbe al primo posto fra i paesi più cari (anche se si tratta di un paese non facente parte dell’Ue).

Nello stato elvetico sono quasi proibitivi i costi della carne che gli svizzeri pagherebbero il 254% rispetto al 100% europeo. Poco sotto la Svizzera si colloca la Norvegia con un indice 159 sui generi alimentari e sulle bevande non alcoliche, mentre addirittura gli alcolici si attesterebbero su un valore attorno ai 250 e i tabacchi a 220. Il prezzo del tabacco è assai elevato anche in Gran Bretagna dove l’indice di acquisto è di circa 218, mentre gli alcolici si aggirerebbero attorno a 163, tutti dati sopra la media Ue.

A caro prezzo si acquistano anche gli alimenti in Danimarca (quota 145) ma in generale in tutti i paesi scandinavi i prezzi al consumo sono nettamente superiori alla media europea.

I paesi decisamente meno cari, secondo Eurostat, sono quelli dell’Est, come Bulgaria, Romania e Polonia dove l’indice di acquisto dei prezzi dei generi alimentari e delle bevande è di circa il 63% della media europea. Da segnalare il prezzo dei tabacchi in Albania che si attestano al 34% della media continentale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche