Fra un mese si vota in Olanda, ecco qual è la situazione

Esteri

Fra un mese si vota in Olanda, ecco qual è la situazione

elezioni olanda

Manca circa un mese alle elezioni politiche in Olanda. Davanti a tutti, al momento, gli euroscettici del PVV, il Partito per la Libertà.

Olanda al voto fra circa un mese, con la data delle elezioni politiche fissata per il prossimo 15 marzo. E se finora l’ipotesi di una vittoria da parte del Partito per la Libertà è stata ipotizzata con un certo timore da parte dell’ambiente politico (non solo olandese), ora questo scenario sembra supportato dai risultati dei sondaggi.

Il Partito per la Libertà (PVV) è una formazione politica olandese che si definisce di estrema destra. E’ guidato da Geert Wilders e propone un programma con misure contrarie all’immigrazione e all’Unione Europea. Per questo sono populista, xenofobo e euroscettico i tre aggettivi che di solito si impiegano per descrivere il PVV. E’ chiaro che una eventuale vittoria di Geert Wilders rappresenterebbe in primo luogo un altro schiaffo all’Europa (dopo l’esito del referendum sulla Brexit del giugno scorso) e darebbe forza a Marine Le Pen in Francia.

Il PVV davanti a tutti nei sondaggi in Olanda, ma potrebbe non bastare per governare

Negli più recenti sondaggi, il Partito per la Libertà risulta in vantaggio rispetto al VVD, il Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia, la formazione di centro destra e filo europea che al momento siede a capo del governo. La situazione è così delicata che dal primo ministro Mark Rutte è arrivata una lettera aperta ai cittadini, in cui, fra l’altro, si legge che “il disagio aumenterà se le persone useranno male la nostra libertà, specialmente dato che sono venute in questo paese proprio per le sue libertà… So cosa pensa la gente: se qualcuno rifiuta i valori del nostro paese, meglio che se ne vada. È così anche per me. Comportatevi normalmente o andatevene”.

Alle consultazioni più recenti (2012), il PVV ha raggiunto circa il 10%, risultando essere il terzo partito d’Olanda e conquistando 12 seggi in parlamento. Nel 2010 era andata ancora meglio, visto che era stata raggiunta una percentuale del 15%. Nel panorama politico olandese, però, conquistare la maggioranza assoluta appare ancora molto difficile a causa dei numerosi partiti presenti. Potrebbe anche accadere che il PVV, pur diventando il primo partito, non riesca comunque a governare in presenza di una coalizione trasversale di centro destra o centro sinistra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...