Guaranà: dieta per bruciare grassi e tonificare COMMENTA  

Guaranà: dieta per bruciare grassi e tonificare COMMENTA  

Guaranà: dieta per bruciare grassi e tonificare
Guaranà: dieta per bruciare grassi e tonificare

Il guaranà è rimedio del tutto naturale per dimagrire in poco tempo e per avere un corpo più tonico, ma attenzione a non esagerare con il dosaggio.

Se avete problemi di sovrappeso e se volete trovare un metodo efficace per bruciare i grassi e per raggiungere il peso ideale, una valido aiuto arriva dalla natura: il guaranà, una pianta proveniente dalla foresta Amazzonica, possiede ottime proprietà dimagranti e tonificanti e il suo uso, abbinato ad una dieta ipocalorica e ad un constante esercizio fisico, garantisce buoni risultati già nel giro di qualche mese. I semi di guaranà sono ricchi di guaranina e di caffeina, due sostanze molto simili nella struttura molecolare, in grado di stimolare il metabolismo, aumentando il numero di battiti cardiaci e la frequenza respiratoria, in modo da consentire un minore assorbimento dei grassi nell’organismo.

Leggi anche: Dieta ipocalorica, quale fare


Questa pianta è anche un ottimo energizzante, migliora notevolmente la resistenza agli sforzi fisici, in effetti  è presente in molte bevande energetiche che usano gli sportivi per avere più energia e per non sentire la stanchezza dopo l’allenamento. Un altro aspetto importante è che riduce l’appetito, così da aiutare a diminuire la quantità dei cibi durante i pasti, senza sentire i morsi della fame. Gli effetti benefici del guaranà sono amplificati se si adotta un regime alimentare basato sull’assunzione delle proteine contenute nella carne e nel pesce magri, nelle uova, nei legumi e nella frutta secca e delle vitamine presenti nelle verdure e nella frutta fresca. Bisogna invece limitare l’apporto di carboidrati, gli alimenti che ne sono più ricchi sono il pane, la pasta, i cereali, i dolci, le patate e le bibite zuccherate. Evitate però le diete fai da te, è meglio rivolgersi ad un dietologo o ad un nutrizionista per essere sicuri di seguire un’alimentazione sana e per non incorrere in squilibri che possono provocare danni per la salute.

Leggi anche: Ecco alcuni consigli per tornare in forma dopo le abbuffate di Natale


Il guaranà deve essere assunto sotto forma di integratore ed è disponibile nelle erboristerie in capsule o in polvere macinata. Attenzione a non superare la dose giornaliera consigliata che è di 3 grammi, se si eccede nel dosaggio si possono verificare spiacevoli effetti collaterali come tachicardia, ipertensione, insonnia, emicrania e nausea e, dato che contiene caffeina, limitatevi a bere una sola tazzina di caffè al giorno. Non prendete il guaranà se soffrite di ipertiroidismo, di ipertensione, di problemi renali e cardiovascolari, potrebbe peggiorare il vostro stato fisico e, in questi casi, è meglio optare per metodi di dimagrimento diversi.


 

Leggi anche

stefano-cucchi
Cronaca

Ilaria Cucchi pubblica la foto di Natale di Stefano, ‘avrai giustizia’

Ha postato una foto natalizia. Ma non è certo uno scatto che porta a sorridere, quello pubblicato poco fa su Facebook da Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, morto il 22 ottobre 2009 durante la custodia cautelare. Da quel giorno Ilaria e la famiglia sono coinvolti in uno dei casi di cronaca giudiziaria più complessi ed intricati degli ultimi anni poichè coinvolge anche agenti di polizia penitenziaria, oltre ad alcuni carabinieri e medici del carcere di Regina Coeli. La foto mostra un sorridente Stefano con indosso un cappello da Babbo Natale, appoggiato al tavolo di fronte all'albero di Natale; nel messaggio Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*