Irruzione nella casa sequestrata: trovati un chilo di cocaina e una pistola
Irruzione nella casa sequestrata: trovati un chilo di cocaina e una pistola
Napoli

Irruzione nella casa sequestrata: trovati un chilo di cocaina e una pistola

Napoli
Irruzione della polizia di stato in un appartamento già posto sotto sequestro: trovati un kilo di cocaina e una pistola. Il luogo era una piazza di spaccio.

Irruzione della polizia di stato in un appartamento sequestro a Napoli: trovati un kilo di cocaina e una pistola. Il luogo era una piazza di spaccio.

Gli uomini della polizia di stato di Napoli del commissariato di “Vicaria-Mercato“, zona della città vecchia di Napoli, sono entrati con la forza in uno stabile posto sotto sequestro. Il raid degli uomini della polizia ha portato alla luce in interessante quanto ricco bottino nascosto in un appartamento. Un nuovo tassello legato alla lotta al traffico della cocaina

Cosa ha trovato la polizia di Napoli

Lo stabile era stato precedentemente posto sotto sequestro lo scorso Febbraio, in quanto era una nota una piazza di spaccio all’interno del quartiere Mercato della città partenopea. Nella giornata di ieri è maturata la decisione degli uomini delle forze dell’ordine di intervenire massicciamente e ispezionare in maniera accurata lo stabile sequestrato posto nel Vico al Mercato.

Decisione motivata dal fatto che, al momento dell’ispezione ordinaria, gli agenti sono stati messi in allarme da alcuni rumori sospetti provenienti dall’interno. Sospetti confermati anche dal fatto che i sigilli posti durante il sequestro erano stati rimossi.

L’arma ritrovata

La squadra della polizia è intervenuta, entrando nell’appartamento.

Al suo interno, sono state ritrovare una pistola Beretta parabellum calibro 9, completa di proiettili e caricatore, oltre che 200 munizione per la suddetta arma.

L’arma è stata affidata gli uomini del nucleo della polizia scientifica di Napoli, nella speranza che gli esami balistici e tecnici possano rivelare se l’arma sia stata usata in alcuni altri recenti episodi criminosi avvenuti nella città di Napoli in altre occasioni legati allo smercio della cocaina. Dall’esame si spera anche di ottenere qualche impronta digitale utile nelle indagini.

Il nascondiglio della cocaina

Sono state inoltre ritrovate dentro un muro un panetto di hashish e un chilo di cocaina pronta per essere tagliata. la droga era stata occultata dentro un foro ricavato nel muro e posto all’altezza da 5 metri dal pavimento. La città di Napoli è tristemente nota per essere, suo malgrado, un crocevia fondamentale nello spaccio della cocaina, a livello internazionale e nazionale.

All’interno dell’appartamento è stato ritrovato un televisore della Samsung, che tramite un collegamento via cavo con una telecamera, fungeva da sistema di videosorveglianza.

Oltre a questo vi era un altro apparecchio televisivo usato ai fini di svago.

Gli agenti della squadra mobile di Napoli hanno inoltre rinvenuto nei locali perquisiti un frigorifero ben fornito di generi alimentari, alcuni dei quali si ritrovavano su di un tavolo, assieme a poche altre cose che indicavano la presenza di persone residenti all’interno della casa.

Sono stati ritrovati anche alcuni cellulari accesi, lasciati lì dagli eventuali fuggiti durante la fuga, i telecomandi che aprivano e chiudevano i cancelli posti a protezione e altro materiale imbustato utile, secondo gli inquirenti, a tagliare e preparare la droga per la vendita.
Ciò significa che malgrado i controlli giornalieri e il sequestro vigente dal Febbraio scorso, la casa era una piazza di spaccio attiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche