Isola dei Famosi 2017: Samantha de Grenet eliminata e Giulio Base si sente solo

Isola dei Famosi 2017: Samantha de Grenet eliminata e Giulio Base si sente solo

Samantha de Grenet è stata eliminata dall’Isola dei Famosi 2017 ed è tornata dal marito Luca Barbato e dal loro figlio 11enne Brando, lasciando nello sconforto Giulio Base, con il quale era nato un grande feeling. Uno sconforto tale che l’attore e regista ha lanciato agli altri naufraghi un appello che sa di drammatico: “Statemi vicino, mi sento solo”. Lui e la showgirl, entrambi romani, erano talmente uniti, oltre che essere concittadini, che Rocco Siffredi li aveva soprannominati la coppia della “Roma bene”. Mentre loro andavano d’amore e d’accordo, però, il resto del gruppo cominciava a riapacificarsi con Raz Degan, che nonostante per tanto tempo abbia vissuto praticamente da solo, è indicato come probabile vincitore della gara, mentre Samantha e Giulio – che molte volte hanno punzecchiato e preso in giro Raz – sono stati mandati entrambi, l’uno dopo l’altra in nomination. Base, tra il quale e Raz Degan non corre buon sangue, ha comunque detto che, se lui verrà eliminato, Raz sarà effettivamente il vincitore assoluto di questa edizione dell’Isola, anche se di fatto è già vincitore – comunque entrambi sono attualmente in nomination –. Giulio Base non va d’accordo neanche con Simone Susina, il quale, se di fronte a lui si mostra disposto al dialogo, lo attacca davanti alle telecamere per un dispetto che gli avrebbe fatto con Samantha de Grenet nei giorni scorsi, del quale tuttavia non chiarisce la natura.

Al contrario sono affiatate Nancy e Malena, che cercando di essere socievoli con Base, ma non dimenticano i recenti screzi conl’attore e regista. Lui, comunque, nonostante gli manchi Samantha – la quale prima di andarsene ha detto senza peli sulla lingua, non solo che le manca suo figlio ma anche di voler “fare l’amore con Luca”, suo marito – , sa che questa potrebbe essere la sua ultima settimana in Honduras e vuole impegnarsi al massimo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...