Jean-Claude Van Damme: compie 56 anni il 18 ottobre COMMENTA  

Jean-Claude Van Damme: compie 56 anni il 18 ottobre COMMENTA  

L’attore, regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, nonchè culturista e artista marziale belga Jean-Claude Van Damme – all’anagrafe Jean-Claude Van Varenberg – nasce il 18 ottobre 1960 a Berchem-Sainte-Agathe, un comune situato nella regione della capitale Bruxelles.


Da bambino è di costituzione gracile, così all’età di 10 anni viene iscritto dal padre ad un corso di Karate e a 12 anni inizia a praticare sollevamento pesi. Si appassiona alle arti marziali e diventa cintura nera di Karate. Il maestro gli consiglia di studiare danza classica – cosa che il ragazzo farà per 5 anni – per perfezionare l’elasticità fisica e a 18 anni Van Damme apre la sua prima palestra. Successivamente intraprende lo studio di Taekwondo, Kickboxing e Muay thai.


Nel 1981 recita in un film francese: non sarà un successo, ma lo porterà a decidere di vendere la sua palestra per trasferirsi a Los Angeles con l’amico di origine marocchina Michel Qissi per tentare la fortuna  nel mondo del cinema. L’inizio non è dei più facili: i due amici dovranno svolgere i lavori più disparati ed umili per mantenersi – autisti, fattorini e così via -. Jean – Claude Van Damme comincia con ruoli minori, tra cui il suo unico ruolo di stuntman – controfigura nelle scene pericolose – di Chuck Norris, protagonista del film Rombo di tuono (Missing in Action 1984) di Joseph  Zito, ambientato durante la Guerra del Vietnam. Inoltre con Michel Qissi comparirà come bagnante sulla spiaggia nel film Breakdance (Breakin’).


Nel 1985 Van Damme riesce ad ottenere una piccola parte nel film Kickboxers – Vendetta personale, di Corey Yuen, in cui interpreta Ivan Tresinsky, uno spietato lottatore russo. Viene notato da Arnold Schwarzenegger, che lo chiama per recitare nel film che sta girando in quel periodo (1987), Predator di John Mc Tiernan, ma non si sa con certezza che ruolo abbia ricoperto Van Damme o addirittura se questa collaborazione sia avvenuta davvero.

L'articolo prosegue subito dopo


Nel 1986 egli si presenta per un provino davanti al regista e produttore cinematografico israeliano Menahem Golan, proprietario della Cannon Film, e gli mostra “cosa sa fare” nell’ambito delle arti marziali. Golan rimane molto colpito e propone a Van Damme di entrare a far parte del cast di Bloodsport, tradotto in italiano con Senza esclusione di colpi -.

Deluso dall’esperienza, perchè teme che per motivi di distribuzione il film non abbia successo, l’attore belga lascerà la Cannon. Verrà richiamato da Golan dopo che Senza esclusione di colpi si è rivelato campione d’incassi, ma ormai Van Damme ha firmato contratti vincolanti con altre case.

Reciterà in altri film d’azione e di arti marziali, che lo faranno diventare una leggenda di questo genere cinematografico. La fama arriverà con Kickboxer – Il nuovo guerriero, di Mark DiSalle e David Worth, che lancerà la moda della Kickboxing nei film di arti marziali.

Nel 1990 Jean-Claude Van Damme proverà a recitare in un film ambientato nelle carceri, ma non avrà lo stesso successo. Nel medesimo anno girerà uno spot pubblicitario di 14 minuti per Gianni Versace Jeans ed uscirà uno dei film più famosi dell’attore, Lionheart – Scommessa vincente, basato su L’eroe della strada di Walter Hill con Charles Bronson, nel quale Van Damme reciterà di nuovo con Michel Qissi e anche con il fratello di quest’ultimo, Abdel. Nel corso della sua carriera il nostro reciterà nuovamente Arnold Schwarzenegger, oltre che con Sylvester Stallone, Chuck Norris, Bruce Willis.

L’attore belga, la cui vita è stata molto travagliata a livello personale, giudiziario e sentimentale, è comunque un’icona culturale nel suo Paese d’origine insieme ad Audrey Hepburn, perché con lei e pochi altri attori che provengono da lì, è riuscito a sfondare a Hollywood. Nel suo film JCVD – Nessuna giustizia (2008), è rappresentato come l’eroe nazionale del Belgio, che  nel 2012 gli ha dedicato anche una statua di bronzo.

Inoltre Jean- Claude Van Damme  ha ispirato Johnny Cage, personaggio  del famoso videogioco Mortal Kombat. Nella foto, l’attore alla prima del suo film I mercenari 2 a Parigi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*