L’arte giovane del sud

BEMA, MUSICA

L’arte giovane del sud: dove nasce

L’arte giovane del Sud nasce dove meno te lo aspetti: nelle zone che nominano al telegiornale solo per brutture; nei paesi di cui nessuno conosce il nome; tra quei ragazzi che hanno tanto da dire ma che non sono ascoltati.

Leggi anche: Dall’1 ottobre nelle sale italiane esce ‘Padri e Figlie’ di Gabriele Muccino


In un piccolo centro del casertano canta la sua terra, il suo amore per la vita e per l ‘amore, la sua rabbia per la devastazione del sud un ragazzo di 16 anni : Mario Bellafonte, artista giovane e poliedrico; che si trova a suo agio su un palcoscenico sia se canta, sia se recita.

Leggi anche: Chi sono Arianna e Marco due trans sposati Grande Fratello 2015


E’ un nome che sarà bene tenere a mente: negli ambienti campani lo conoscono bene con il suo nome d’arte, BEMA.

Domani sarà su you tube il suo nuovo singolo “Dove andrò”il racconto di una storia d’amore finita male, ma raccontata con una sensibilità fuori dal comune per un ragazzo così giovane.


Non è il primo lavoro musicale di BEMA:il suo primo album “Occhi aperti” era un viaggio nelle abiezioni umane; cantava della terra dei fuochi, diventata così non per incuria del popolo del sud, non solo; cantava di come è difficile mangiare lavorando onestamente; cantava del lerciume che si nasconde dietro una tonaca.

L'articolo prosegue subito dopo


Argomenti difficili per un artista di 16 anni, argomenti che toccano i cuori e le coscienze, cantati con maestria e con quella malinconia che solo i meridionali hanno e che solo i meridionali sanno esprimere così bene.

Mario Bellafonte è l’espressione pura di tutto ciò che c’è di buono nei piccoli paesi che nessuno conosce: è l’arte giovane del Sud.

Leggi anche

1a422f7c871ca9cddd21abf79aafe1a8
Cultura

A Roma la mostra “Adriana Varejão. Azulejo”

Dal 1 ottobre fino al prossimo 10 dicembre a Roma presso la Gagosian Gallery, si svolge la mostra dal titolo: "Adriana Varejão. Azulejo".  Si tratta di una mostra dedicata interamente all'artista conosciuta come una dei più influenti artisti brasiliani che ci porta a conoscenza attraverso le sue opere sulla storia e la cultura del Brasile.  Durante la rassegna, il visitatore  si può soffermare  sia su recenti lavori  che  su nuove produzioni.  In mostra possiamo ammirare le grandi maioliche che sono realizzate in gesso e pittura a olio su tela. Inoltre, per l'occasione l'artista presenta Transbarroco (2014), la sua unica installazione-video multi- canale.  L'artista utilizza lo stile Leggi tutto

1 Commento su L’arte giovane del sud

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*