Le madri che si preoccupano di allergie del bambino “di solito si sbagliano”

Infanzia

Le madri che si preoccupano di allergie del bambino “di solito si sbagliano”

Le madri sono troppo veloci per decidere se i loro figli hanno una allergia alimentare, hanno scoperto i ricercatori.
Si tratta di disturbi quotidiani come raffreddori e problemi al pancino scambiati per i sintomi di intolleranza.
Più della metà dei genitori intervistati in un sondaggio aveva eliminato almeno un alimento dalla dieta del loro bambino prima del loro primo compleanno.
Ma i test hanno dimostrato che la reale possibilità di scoprire una allergia è appena una su 25.
Uno studio su 1.000 giovani alla Portsmouth University ha dimostrato che, contrariamente alla credenza popolare, il numero di persone che soffrono di intolleranze alimentari e allergie non è in aumento.
Il Ricercatore Dr Carina Venter ha dichiarato: “Le persone sono diventate più consapevoli delle allergie alimentari, in particolare di allergia alle arachidi.
“Le mamme tendono a scambiare ogni irritazione, mal di pancia, diarrea per allergie o intolleranze alimentari.
“Sono solidale con loro – sembra ragionevole dare la colpa al cibo quando un bambino grida o diventa rosso dopo essere stato alimentato per la prima volta.”
I ricercatori sono stati in grado di misurare il vero tasso di allergie e intolleranze alimentari, dopo il monitoraggio della salute di quasi tutti i bambini nati nell’Isola di Wight tra il settembre 2001 e agosto 2002.
Ai genitori è stato chiesto se i loro figli avevano eventuali allergie o intolleranze alimentari e i giovani sottoposti a test regolari adatti a diagnosticare tali problemi.
Su 969 bambini nello studio, un quarto era stato diagnosticato dai loro genitori come allergici o intolleranti ad almeno un cibo.
Molti altri non mangavano alcuni alimenti a causa di timori che potrebbero causare problemi.
Tuttavia, solo 35, pari al 3,6 per cento, in realtà è risultato positivo ad un’allergia o intolleranza, ha dimostrato lo studio della Food Standards Agency.
Mal di pancia, stitichezza e il naso che cola e prurito sono stati tra i disturbi più comuni scambiati come sintomi di allergie ad alimenti come il latte, arachidi, pesce, fragole e pomodori.
Il dottor Venter, un dietista, ha detto che mentre alcune allergie sono indubbiamente reali, le cifre hanno sottolineato l’importanza dei bambini di essere correttamente diagnosticate.
“Essi sottolineano la necessità di una diagnosi accurata per evitare che i bambini sono a dieta inutilmente, che può essere associata a un’alimentazione inadeguata in questo importante periodo di crescita e sviluppo”, ha detto.

Lo studio ha anche rivelato che il tasso di allergie e intolleranze alimentari non è aumentato dopo l’ultimo sondaggio su larga scala di 20 anni fa.
Ne consegue un avvertimento che milioni di cittadini britannici si sono erroneamente diagnosticati in quanto sensibili a vari alimenti.
La ricerca mostra che 12 milioni di britannici sostengono di essere intolleranti agli alimenti dal latte alla senape – ma meno di un quarto hanno avuto una diagnosi medica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Anni '40
Donna

I capelli delle donne negli anni ’40

22 settembre 2017 di Notizie

Le ristrettezze economiche degli anni ’40 si rispecchiano per molte donne anche nella scelta di tagli corti e pratici come il caschetto. Chi può però non rinuncia a onde e ricci, anche fai da te.