Luoghi abbandonati: alcuni regni del paranormale - Notizie.it

Luoghi abbandonati: alcuni regni del paranormale

Viaggi

Luoghi abbandonati: alcuni regni del paranormale

Abbiamo visto più di una volta come i luoghi abbandonati siano simbolo di fascino ma anche di mistero e di orrore

Dagospia ha segnalato alcuni luoghi abbandonati e infestati tra i più spaventosi al mondo. Andiamo a dargli un’occhiata.

LUOGHI ABBANDONATI: IL SENSO DEL MISTERO – Se alcuni posti del mondo sono definiti come luoghi abbandonati, ovviamente un motivo ci sarà: non solo il naturale spopolamento di alcune aree ormai troppo difficili, ma a volte addirittura la gente è scappata per via di fenomeni paranormali, rendendoli, di fatto, abbandonati, ma oggi più vivi che mai. L’orrore infatti, ben lontano dal distogliere i malcapitati di oggi, diventa un forte sponsor di luoghi abbandonati che altrimenti sarebbero normalissimi. Dagospia ha fatto una classifica dei luoghi più infestati al mondo e sono uscite cose piuttosto interessanti.

TOP FIVE – Nella top five dei luoghi abbandonati perchè infestati e poi presi d’assalto per lo stesso motivo troviamo l’Excalibur Hotel di Las Vegas, dove non solo alcune inquietanti presenze seguono gli ospiti ma soprattutto chi riesce a vincere il milione di dollari al casinò dell’albergo non sopravvive che pochi mesi.

Poi la casa di Seven Gables a Salem, nel Massachussets: la famosa località delle streghe di Salem conserva ancora i suoi misteri, soprattutto nella casa di Seven Gables, dove alcuni fantasmi vivono tranquillamente la loro “vita”. Al terzo posto arriviamo perfino in Italia, con l’isola di Poveglia, che nel XIV secolo fu usata per i malati di peste e da quel momento si ritiene sia infestata dai fantasmi degli uomini morti lì. Una giornalista ha giurato di essere stata posseduta durante un giro sull’isola. Al secondo posto, medaglia d’argento, Pendle Hill, in Lancashire, dove è stata dissotterrata una casetta del XVII secolo appartenente a una strega. È stato trovato anche lo scheletro di un gatto e alcuni membri di una troupe televisiva hanno affermato di essere stati afferrati alla gola e feriti da “mani invisibili”. Infine, al primo posto, c’è Ramn Inn, in Inghilterra. Questo luogo è l’albergo più infestato del Regno Unito sin dal 1100.

Fu costruito su un cimitero pagano, nel XIX secolo e il proprietario afferma di convivere con demoni, streghe e altre presenze spettrali che spesso han fatto fuggire gli ospiti

1 / 6
1 / 6
luoghi abbandonati asylum
luoghi abbandonati excalibur hotel
luoghi abbandonati pendle
luoghi abbandonati poveglia
luoghi abbandonati ramn inn
luoghi abbandonati seven

Per saperne di più

Per chi volesse approfondire la conoscenza sui fantasmi e su come questi si manifestino, il libro seguente illustra diverse storie di fantasmi provenienti da ville abbandonate, alberghi e case diroccate in uno stile gotico e tenebroso. Un misto di leggende e racconti realistici, Storie di fantasmi riporta vicende soprannaturali con un tocco di horror misto ad inquietudine per rievocare personaggi dal passato spaventoso.

Il seguente volume vi guiderà alla scoperta dei fantasmi che abitano la nostra penisola, regione per regione, per conoscere i segreti che i celano dietro case abbandonate e vicoli nascosti. Storie di guerre, tradimenti e inganni che rievocano personaggi nobili ma anche persone comuni che popolano l’Italia e si manifestano dopo la mezzanotte.

I fantasmi sono un tema molto ricorrente nella letteratura italiana e straniera.

In questo volume Massimo Scotti vuole creare un filo conduttore tra passato e presente per descrivere il fenomeno sulla base di fatti realmente accaduti e sull’evoluzione della cultura nel tempo. Un saggio tra storia e letteratura che ripercorre le vicende di fantasmi attraverso citazioni e riferimenti documentati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 758 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+