Motogp: Valentino Rossi, in Giappone punta a vincere COMMENTA  

Motogp: Valentino Rossi, in Giappone punta a vincere COMMENTA  

Moto Gp: Rossi, in Giappone punta a vincere

Il prossimo weekend comincerà, per i piloti del moto Gp, la prima delle tre gare in estremo oriente.


La prima a Motegi, la seconda in Australia e, per finire, in Malesia a Sepang.

Le gare decisive per Valentino,per poter provare a soffiare qualche punto a Marc Marquez, unico favorito per la vittoria del mondiale.


Valentino Rossi, il Dottore, dovrà dare il meglio di sè sia per tenere il passo con il suo rivale di sempre che per respingere l’assalto al secondo posto della classifica piloti da parte di Jorge Lorenzo, suo compagno di team.


“Amo le tre gare oltreoceano: questi circuiti sono fantastici”, ha commentato Valentino Rossi. “Sulla carta siamo forti, quindi spero di lottare per la vittoria.Sono particolarmente felice di andare in Giappone, perché è la casa della Yamaha e farò del mio meglio per fare un buon Gran Premio.

L'articolo prosegue subito dopo

Mi piacciono sia la pista, sia l’atmosfera. Sono in buona forma e sono pronto per le tre gare consecutive”.
Anche Lorenzo è ottimista.  “È la parte della stagione più importante e forse la più emozionante. Perché arrivano tre gare di fila, tutte lontane, che mentalmente richiedono un grande sacrificio. A Motegi ho grandi ricordi. Amo il Giappone e mi piace molto questo tracciato, per Yamaha questo GP è fondamentale. La fine del campionato è ancora molto distante, quindi dobbiamo continuare con il nostro impegno per fare il massimo risultato e cercare di vincere ancora. Sarebbe fantastico farlo in Giappone”.

Marc Marquez è tranquillo ma non sicuro di avere la vittoria in tasca.

“Affronteremo il weekend come al solito, restando concentrati sul lavoro. Siamo in un buon momento, ma ci sono tante variabili che possono intervenire, come ad esempio il meteo. Potrebbe essere freddo e nuvoloso, e questo potrebbe cambiare i valori in pista. L’unica cosa che possiamo fare è lavorare duro.”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*