Movimento 5 Stelle a Palermo: presa Roma, ora prendiamo l’Italia COMMENTA  

Movimento 5 Stelle a Palermo: presa Roma, ora prendiamo l’Italia COMMENTA  

movimento 5 stelle

Al raduno del Movimento 5 Stelle a Palermo la sindaca di Roma Virginia Raggi ha lanciato la sfida: “abbiamo preso Roma, ora prendiamo l’Italia”.

Virginia Raggi è intervenuta ieri nel corso della seconda giornata del raduno del Movimento 5 Stelle. Sul palco di Palermo, il sindaco della Capitale ha riassunto in una frase i risultati e i programmi del M5S: “abbiamo preso Roma, ora prendiamo l’Italia”.

“Ci attaccano per ogni cosa, ma noi rimaniamo uniti”

“Quando abbiamo detto no alle Olimpiadi hanno tremato” ha poi aggiunto Virginia Raggi, “ma se hanno tremato per il no alle Olimpiadi, con il no al referendum vedranno la loro fine”. “Ci attaccano per per ogni cosa e la cosa vergognosa è che è proprio il premier ad attaccarci, Renzi che non ha rottamato nessuno.  Noi facciamo paura perché abbiamo le mani libere, perché non dobbiamo dire di sì a nessuno se non ai cittadini”. Il primo cittadino romano ha poi voluto spazzare via ogni dubbio circa la presunta mancanza di unità del Movimento 5 Stelle in questo momento: “ci dipingono come un a squadra di persone divise, ma non è vero. Noi siamo più uniti che mai”.

A proposito di Roma, Virginia Raggi ha poi dichiarato di avere “trovato una città devastata”, con “tutto da ricostruire”, e di stare lavorando proprio per questo. Ai giornalisti ha chiarito di essersi “confrontata con gli assessori” e con i consiglieri per quanto riguarda le nomine agli assessorati al Bilancio e alle Partecipate. Con i giornalisti si è vissuta anche qualche tensione. Il mondo dell’informazione è infatti accusato di essere asservito al potere politico.


Gli interventi di Grillo e Assange

Dal palco è arrivato anche l’intervento di Beppe Grillo, che ha voluto sottolineare l’importanza del risultato raggiunto a Roma.

“Non esiste l’impossibile” ha detto il leader del Movimento 5 Stelle, “come l’aereo solare. Il 20 iugno c’erano due cose che sembravano impossibili: volare senza energia e che il Movimento potesse vincere le elezioni a Roma”:

Infine c’è stato il collegamento con Julian Assange, che ha fatto i complimenti al M5S.

“Siete riusciti a sbaragliare la stampa corrotta, grazie alla guida di Beppe. Anche in Inghilterra ci sono persone che stanno facendo qualcosa del genere, penso per esempio a Corbjin”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*