Okra, la zucchina del Medioriente

Attualità

Okra, la zucchina del Medioriente

Jul200506_015b

Chiamata anche gombo o bamia, l’okra è una pianta originaria dell’Africa tropicale. Molto usata dagli Arabi nella cucina mediorientale. Attualmente, è coltivata anche in Italia ed è un ingrediente fondamentale in diverse cucine. Tradizionalmente, vengono utilizzate diverse parti della pianta per scopi anche non alimentari, ma quella più usata alle nostre latitudini è il frutto, che si presta a diversi tipi di cottura, dalla frittura con pastella all’umido in padella, o al forno.

L’okra ha una componente gelatinosa, per questo, aggiunta alle zuppe, ha la funzione di addensarle. Da un punto di vista nutrizionale, ha un basso contenuto calorico, mentre è ricca di vitamine, calcio, zinco e fibre alimentari. La componente mucillaginosa aiuta a regolare l’assorbimento dello zucchero, e i suoi livelli nel sangue, e stimola la regolarità dell’intestino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche