Pesce palla velenoso ha invaso il Mar Mediterraneo COMMENTA  

Pesce palla velenoso ha invaso il Mar Mediterraneo COMMENTA  

pesce palla velenoso

Nel Mar Mediterraneo il rischio di incontrare uno squalo è piu remoto di quello di incontrare il pesce palla. Non è un abitante dei nostri mari, è emigrato attraverso il Canale di Suez che mette in comunicazione il Mar Rosso con il Mar Mediterraneo, secondo l’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale), è arrivata da lì la specie più letale, il Lagocephalus sceleratus,  individuabile per gli esperti dai puntini neri sul dorso. I primi avvistamenti sono stati nel 2003, poi i branchi hanno invaso buona parte del settore orientale: Grecia Cipro, Turchia, Libano, Israele, Egitto, dal 2013 il primo avvistamento in Italia, al largo di Lampedusa, quindi lu ngo tutta la costa tunisina, ed ora anche in Sicilia, Puglia, Croazia e Spagna.


E’ da questi paesi che è arrivata la conferma della pericolosità del veleno contenuto nelle sue carni che, quando cucinate e ingerite provocano una forte intossicazione, a volte con esito letale.

In Giappone per preparare le carni del pesce palla occorre una preparazione particolare e il rilascio di un patentino, inoltre durante la pesca non va mischiato con il resto del pescato perchè quando è a contatto si gonfia, gli escono le spine sul dorso e il veleno si spande anche nei pesci vicini.

L’Ispra raccomanda a chiunque ne avvisti uno di fotografarlo e segnalarlo all’indirizzo mail:  <pescepalla@isprambiente.it>.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*