Prosegue il tour europeo di Renzi COMMENTA  

Prosegue il tour europeo di Renzi COMMENTA  

renzihollande-15-638x425

L’incontro tra il premier italiano Matteo Renzi e il Presidente francese Francois Hollande si è tenuto ieri a Parigi. Dal confronto tra i due  è emerso che gli obiettivi comuni a livello europeo sono la crescita e l’occupazione, in particolare quella giovanile. Al termine dell’incontro Hollande ha rivolto a Renzi parole di entusiasmo e ammirazione per le riforme annunciate, sottolineando la necessità che Francia e Italia affrontino insieme la sfida dell’occupazione e della crescita economica.

Leggi anche: Terremoto a Sumatra: magnitudo 6,5. 92 morti e centinaia i feriti


Hollande ha quindi dichiarato: “Possiamo, dobbiamo cambiare l’Europa insieme: è la prima sfida che dobbiamo affrontare nei prossimi mesi e nei prossimi anni”. L’Europa è il luogo in cui si gioca la scommessa politica di entrambi, ed è più che mai necessario un patto politico tra Francia e Italia in grado di dare forza alle riforme in campo europeo. Domani Renzi continua il suo “tour europeo” incontrando a Berlino la cancelliera Angela Merkel. Giovedì e venerdì è invece previsto il vertice dei Capi di Stato e di Governo Ue, a Bruxelles, a cui parteciperà anche Renzi in veste di Presidente del Consiglio italiano.

Leggi anche: Leslie Thurow: ubriaca alla guida schiaccia un poliziotto


 

Leggi anche

Bimbo nato disabile a Catania: le sentenzevoleva finire il turno
Attualità

Bimbo nato disabile a Catania: le sentenze

Nasce un bambino disabile perché i medici non hanno voluto fare gli straordinari. La malsanità oggi è all'ordine del giorno in Italia.   Una mamma disperata e traumatizzata di Catania racconta. "Li imploravo di farmi il cesareo, ma loro mi ignoravano. Ora mio figlio è disabile e non so ancora un giorno potrà parlare e camminare, non so nemmeno se sente la mia voce". La donna doveva partorire e i medici le hanno negato il parto cesareo per evitare lo straordinario e poter così ritornare a casa. La donna oggi, a distanza di un anno e mezzo dalla nascita del suo bambino, chiede Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*