Reggello: la bimba non ce l’ha fatta COMMENTA  

Reggello: la bimba non ce l’ha fatta COMMENTA  

Reggello: la bimba non ce l'ha fatta

Si è conclusa in tragedia la passeggiata di nonna e nipote. Quella che doveva essere una gita nei boschi per svagarsi, è finita invece con la morte della piccola di 18 mesi.


La nonna aveva deciso di fare una passeggiata nel vicino bosco di Reggello, in provincia di Firenze, ma il buio l’ha sopraffatta, facendole perdere l’orientamento. Avvertiti dai genitori preoccupati, i soccorsi hanno avviato le operazioni, che sono iniziate immediatamente, ma al momento del ritrovamento la situazione era critica per entrambe.


La nonna ora sta meglio, mentre per la nipote, di soli 18 mesi, non c’è stato nulla da fare. Subito, i medici avevano messo al corrente i genitori che la situazione della bambina era critica, e non è bastata l’operazione all’addome a cui è stata sottoposta.

L’ipotermia aveva già causato danni irreparabili e ieri sera i dottori non hanno potuto far altro che confermare la morte celebrale.

Pare che i genitori intendano donare gli organi della loro figlia, mentre la donna 63enne ha riportato un trauma cranico ed è ancora in stato confusionale, anche se cosciente.

L'articolo prosegue subito dopo

Non aveva con sé un cellulare, che avrebbe potuto utilizzare per avvertire la famiglia della loro situazione, e si apprende che soffriva di amnesie. Alle ricerche, sabato scorso, avevano partecipato i vigili del fuoco, i carabinieri e anche una parte dei cittadini del comune, tra cui anche il sindaco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*