Ricostruito il vero volto del faraone Tutankhamon COMMENTA  

Ricostruito il vero volto del faraone Tutankhamon COMMENTA  

tutankhamon-vero-volto-638x425

I prodigi della tecnologia non hanno limiti. Grazie ad una “autopsia virtuale” gli studiosi sono riusciti a ricostruire in maniera abbastanza fedele il volto di uno dei faraoni egizi più famosi della storia, Tutankhamon. Di questo Faraone vissuto nell’antico Egitto si dice che sia stato sepolto quando era molto giovane (di un età compresa tra i 17 e i 19 anni) e che probabilmente la sua morte è da considerarsi un vero e proprio omicidio politico. Il meraviglioso sepolcro in cui Tutankhamon è rimato sepolto fino al 1922 (all’incirca tremila anni) ha ispirato romanzi e leggende. In base alla ricostruzione fatta dai ricercatori, anche Tutankhamon, come succedeva spesso nella civiltà egizia di quel tempo, era nato da un’unione tra consanguinei, probabilmente due fratelli.

Le conseguenze di queste unioni erano spesso figli poco longevi e in pessime condizioni di salute, e pare che il faraone non facesse eccezione. Ricostruendo il volto del giovane con circa duemila scansioni viene fuori un ragazzo assai poco attraente, con fianchi stretti come quelli di una donna e i denti troppo sporgenti. Insomma, una fisionomia ben diversa da quella che si è soliti vedere sui libri con la maschera d’oro.

Inoltre gli studiosi hanno scoperto tramite autopsia del corpo che il faraone era claudicante per un problema congenito al piede e camminava con l’ausilio di un bastone. Servono altri studi approfonditi per capire qual è stata la causa della morte precoce di Tutankhamon: ad esempio, può essere che il suo fisico, già debilitato dalla nascita, non sia riuscito a resistere ad un attacco di malaria.


1 / 4
1 / 4
tutankhamon-vero-volto-638x425
mummia-radiografata
ricostruzione-facciale-tutankhamon
sepolcro

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*