Rimborso Ryanair volo non utilizzato COMMENTA  

Rimborso Ryanair volo non utilizzato COMMENTA  

Il logo ufficiale della compagnia low cost irlandese Ryanair
Il logo ufficiale della compagnia low cost irlandese Ryanair

Ryanair è una delle compagnie aree low cost più forti sul mercato e, con le sue 1.600 tratte, è anche la compagnia a basso costo più grande d’Europa.

Si conta che, quotidianamente, siano migliaia le persone che decidono di spostarsi con Ryanair e, per venire incontro alle diverse esigenze che un passeggero può avere, la compagnia irlandese ha a disposizione un’intera categoria sul suo sito ufficiale dedicata alle FAQ, ai diritti dei passeggeri e a tutto ciò che concerne l’esaudire ogni desiderio degli utenti che scelgono di volare con la compagnia.

Al primo posto tra le FAQ più frequenti spicca la “richiesta di rimborso nel caso di volo non utilizzato” e io vi aiuterò a capire come funziona tale procedura nel caso di Ryanair.

In materia di rimborsi, la compagnia irlandese è piuttosto chiara: nel caso in cui il proprio volo subisca un ritardo di più di 3 ore e il passeggero decida di non partire più, Ryanair si impegna a rimborsare prontamente l’ammontare totale del biglietto; il rimborso viene effettuato tramite IBAN ed emesso entro 7 giorni lavorativi.

L'articolo prosegue subito dopo

La compagnia irlandese inoltre chiarisce che eventuali polizze assicurative, noleggi auto, prenotazioni di hotel o case vacanze non vengono rimborsate da Ryanair ma per il rimborso bisogna rivolgersi direttamente alla compagnia che fornisce il servizio.

Esulano dalla categoria dei rimborsi tutti quei casi in cui il volo venga perso per un ritardo del passeggero o per via di un cambio d’idea improvviso: se, ad esempio, siete saliti su un aereo in partenza e vi rendete conto che non volete più partire, il biglietto non vi verrà rimborsato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*