Rimedi naturali per l’herpes labiale

Guide

Rimedi naturali per l’herpes labiale

L’herpes labiale, nota anche come “febbre di notte” è causato da un virus, l’Herpes simplex 1, che ha la caratteristica, dopo aver causato la prima infezione, di non venire sconfitto del tutto, ma di rifugiarsi all’interno dell’organismo. Quando le difese naturali si abbassano, per esempio a causa dello stress, di una malattia, del ciclo mestruale, di esposizioni solari prolungate e intense, il virus torna all’attacco. E’ caratterizzato dalla comparsa di prurito e rossore, seguito poi dalla formazione di vescicole piene di siero, fastidiose e pungenti, che appaiono a grappolo sulla bocca.

Per combattere bruciore e fastidio può essere utile ricorrere alla fitoterapia: l’equiseto è un erba antisettica e antinfiammatoria. Anche l’echinacea è utile per le sue proprietà cicatrizzanti, antisettiche e antinfiammatorie.

L’aromaterapia viene in aiuto con alcune piante per attenuare l’herpes labiale. Il geranio svolge un’azione antisettica e cicatrizzante: si consiglia di fare impacchi quotidiani, con l’aiuto di una garza, sulla zona interessata con 15-20 gocce di olio essenziale diluite in 100 ml di acqua fino a quando ci si sente meglio.

Un’altra pianta efficace in caso di herpes labiale è la prunella, vista la sua capacità astringente: fare impacchi con olio essenziale (15 gocce in 200 ml di acqua) tre volte al giorno per qualche giorno.

Omeopatia per l’herpes labiale: Rhus toxicodendron 5 CH favorisce la guarigione delle vescicole pruriginose, piene di liquido chiaro: prendere tre granuli per tre/quattro volte al giorno, fino a miglioramento della situazione. Se invece il liquido delle vescicolette è più scuro, è meglio Ranunculus bulbosus 5 CH, allo stesso dosaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*