Salone di Francoforte 2017: le novità auto COMMENTA  

Salone di Francoforte 2017: le novità auto COMMENTA  

Salone di Francoforte
Salone di Francoforte

La 67°esima edizione del famoso salone di Francoforte si terrà dal 14 al 24 Settembre 2017 e sarà uno degli eventi più importanti per il settore dei motori.


Il salone di Francoforte si tiene ogni anno, da circa cento anni, a Francoforte sul Meno. Questo è un evento fondamentale per tutti gli amanti delle auto più sportive e tecnologiche e segue di qualche mese il salone dell’auto di Ginevra ( tenuto quest’anno durante il mese di marzo). In un’epoca storica, in cui le novità tecnologiche si susseguono sempre più velocemente, è importante avere un luogo di riferimento. Per le case automobilistiche è, perciò, un evento imperdibile, anche perché permette di mostrare in anteprima internazionale le proprie novità prodotte e di vedere quelle delle case avversarie.


Così, come durante le altre edizioni del salone di Francoforte, anche quest’anno non farà eccezione e verranno presentate importanti novità nel settore delle automobili e dei motori. Sebbene non sia facile sapere in anteprima le automobili che verranno presentate al salone abbiamo comunque per voi delle probabili anticipazioni. Vediamole insieme:

Volkswagen Polo

La nuova Volkswagen Polo è una delle automobili della sesta generazione che, dopo che verrà presentata a giugno, farà molto probabilmente tappa al salone di Francoforte.


Tuttavia, non è necessario aspettare così tanto per scoprirne i suoi segreti. Infatti delle immagini provenienti dal Sudafrica immortalano un prototipo privo di camuffamenti che ci permette già di vederne alcune sue caratteristiche interessanti. Innanzitutto possiamo notare dei nuovi fanali, sia anteriori che posteriori scolpiti con una nuova elegante geometria. Inoltre il veicolo avrà un design e una linea molto studiata e dinamica.

L'articolo prosegue subito dopo


Sebbene l’interno non viene mostrato dalla fotografia, sappiamo che sarà più spazioso e accogliente e che nell’abitacolo sarà disponibile anche un nuovo display a comandi gestuali. Verrà venduta, inoltre, sia la versione più economica a tre porte che quella a cinque porte.

L’utilitaria, oltre a ciò, farà un passo in avanti rispetto al vecchio modello della quinta generazione ( nel mercato dal 2009 e con un restyling datato 2014) già a partire dalla piattaforma, la MQB A0. Inoltre sarà dotata di una struttura molto più grande che permetterà una maggiore comodità e comfort per i passeggeri, un bagagliaio più spazioso e una riduzione di peso.

Anche la gamma di motorizzazioni della sesta generazione Polo sarà molto ricca. Per esempio verrà proposta la entry level 1.0 TSI ( declinato in quattro livelli di potenza a seconda delle esigenze ovvero 64, 75, 95 e 115 CV) che sostituirà la 1.2.

In ogni caso le varie unità offerte verranno sempre proposte con una trasmissione manuale a cinque marce ( per chi desidera un modello meno prestante), una trasmissione a sei marce ( per i le versioni invece più sportive) e infine DSG a sette marce come optional ( pagando perciò un prezzo leggermente maggiore).

Le novità Volkswagen, tuttavia, non si fermeranno con la Volkswagen Plo. La famosa casa automobilistica sta infatti lavorando per nuovi importanti obiettivi futuri. Per esempio la vendita del primo veicolo elettrico a emissioni zero, pensato per il risparmio e la salute dell’ambiente.

Mercedes Classe A MY 2018

Anche la Mercedes Classe A MY 2018 verrà, molto probabilmente, presentata al celebre salone di Francoforte per poi essere commercializzata nei primi mesi del 2018. Nell’attesa sta effettuando, proprio in questi periodi, dei test di circolazione su strada. Questa quarta generazione, rispetto alla terza precedente e immessa nel mercato dal 2012 ( il cui restyling è invece datato 2015), può vantare di un design estremamente evoluto ( sebbene i veli che la coprono non permettono una perfetta visuale del modello). Avere delle informazioni precise riguardo all’aspetto esteriore e interno è ancora piuttosto difficile. Tuttavia quello che si può affermare con certezza è che si baserà su una nuova piattaforma, la MFA2 Modular Front Architecture 2 grazie alla partnership con la casa automobilistica francese Renault.

Per la Mercedes Classe A MY 2018 è prevista una versione benzina 1.6 e 2.0 oltre che una versione diesel ( dai consumi più ridotti e più rispettosa dell’ambiente) 1.5 e 2.0. E’ probabile anche la realizzazione di una ulteriore versione ibrida plug-in.

Mercedes GLC F-Cell 2017

La terza automobile che quasi sicuramente farà tappa al salone automobilistico di Francoforte 2017 è la Mercedes GLC F-Cell. In particolare verrà presentata la versione a idrogeno. Questo eccezionale SUV monterà, appunto, un motore a idrogeno abbinato a un motore elettrico. Inoltre, il motore elettrico verrà collegato a due serbatoi ricaricabili in brevissimo tempo ( basteranno, infatti, solo tre minuti) con una capacità di 4,3 Kg l’uno immagazzinati da una pressione di 700 bar. Ci sarà, inoltre, la versione posteriore e non quella integrale per via del prezzo considerato più adatto ai possibili compratori. Tuttavia, non è ancora possibile sapere quale sarà il prezzo di mercato con il quale verrà venduta l’automobile.

Con il motore a idrogeno si stima che la Mercedes GLC F-Cell sarà in grado di percorrere intorno ai 500 Km e all’incirca altri 30 Km con il motore elettrico. Purtroppo una difficoltà per il guidatore sarà quello di trovare una stazione di rifornimento con tale alimentazione  perché ancora oggi, sono davvero molto pochi.

La vendita è prevista già a partire da quest’anno per paesi come la Germania, gli Stati Uniti e il Giappone. In Gran Bretagna, invece, la commercializzazione è prevista per il 2018. Anche altre case automobilistiche, in ogni caso, stanno lavorando per debuttate con una tecnologia simile come la Hyundai, la Toyota e la Honda.

Per ora le anticipazioni non sono molte ma i più curiosi non si devono preoccupare. Sicuramente, man mano che la data dell’evento automobilistico si farà più vicino, usciranno notizie sempre più precise e aggiornate.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*