Come si chiamano le case in alta montagna

Come si chiamano le case in alta montagna

Casa

Come si chiamano le case in alta montagna

montagna

Le case in alta montagna non sono tutte uguali. Infatti, si dividono in tre categorie ben distinte: Baite, Tabìa e Chalet. Scopri le maggiori differenze tra loro.

Durante l’inverno non c’è niente di più bello che passare un week end o una settimana in montagna. Per farlo si può scegliere di andare in hotel oppure in una bella casa tipica del posto. Bisogna però far notare che non tutte le case sono uguali anzi, quelle di alta montagna sono contraddistinte da caratteristiche ben precise e differenti tra loro.

Case di alta montagna

Le baite sono le più famose abitazioni che si possono trovare in montagna. Queste venivano utilizzate come dimora nel periodo tra aprile e novembre, quello dell’alpeggio. Le sue dimensioni sono ridotte, infatti, corrispondono alla presenza di una piccola area abitabile con cucina e stanza da letto. Inoltre queste potevano prevedere un fienile o una piccola stanza. Queste baita non so uguali sul tutto il territorio. Infatti, a seconda delle zona di territorio in cui si trovano possono avere caratteristiche diverse. Si possono trovare struttura abitative più o meno grandi; fatte in legno o pietra; utilizzate come abitazioni fisse o temporanee.

Molte baite sono state ristrutturate per essere adibite come punto di soggiorno per gli escursionisti.

I tabià sono antichi edifici, che venivano utilizzati come fienili, ristrutturati e resi a uso residenziale. Il loro nome deriva dal tavolato che forma il fienile e la stalla. Infatti, nelle antiche costruzioni, questi tabià presentavano la stalla al piano di sotto e il fienile al piano superiore. Inoltre, sono dotati di tetti molti sporgenti che, impediscono a pioggia e neve, di battere sulle pareti. Esempi di questi tabià, ristrutturati, si possono trovare in Trentino dove sono stati adattati a uso abitativo.

Lo Chalet rispetto agli altri tipi di abitazione è un edificio molto più grande. Infatti, presentava, oltre all’abitazione, anche la stalla, un granaio e un deposito. Questi, sono poi stati riadattati solo ad uso abitativo. Inoltre, questi si distinguono da tutte le altre case in montagna, per la loro cura nei dettagli. Se le case di montagna, infatti, sono solite avere aspetti modesti e aspetti modesti.

Gli Chalet sono caratterizzati da motivi decorativi che rendono queste abitazioni delle strutture borghesi in alta montagna. Queste abitazioni si possono trovare maggiormente nelle zone alpine delle Svizzera.

Perché sceglierle

Ci sono tanti motivo che possono spingere una famiglia ad acquistare una casa in montagna. La prima, e forse più importante, è rappresentata dal fatto che una casa di montagna può essere una via di uscita dallo stress della città. Questo perché, sopratutto per tutte le città del Nord, la montagna rappresenta un luogo più facilmente raggiungibile rispetto al mare. In questo modo si potrà sfruttare questa casa 365 giorni all’anno e non solo nel periodo estivo o inverno. A proposito di questo argomento ci sembra doveroso sfatare un mito. Non è assolutamente vero che una casa di alta montagna può essere sfruttata al meglio solamente nel periodo invernale, anzi. Certamente in questa stagione è suggestivo e romantico passeggiare in mezzo a fantastici luoghi innevati oppure passare le giornate sciando.

Anche durante l’estate la montagna mantiene un grande e indiscusso fascino.

In questi mese infatti si potranno fare meravigliose escursioni all’aria aperta e, approfittando della bella stagione, anche prendere il sole. Risulta fondamentale ricordare infatti che il sole di montagna abbronza decisamente di più rispetto a quello del mare.

Leggi anche