Catania, dopo il nubifragio si contano i danni COMMENTA  

Catania, dopo il nubifragio si contano i danni COMMENTA  

CATANIA – Dopo il nubifragio che si è abbattuto sulla provincia di Catania nella serata di ieri è tempo di contare i danni. Tra le zone maggiormente colpite ancora una volta il rione di Santa Maria Goretti letteralmente allagato.

Attimi di tensione si sono verificati quando alcuni cittadini esasperati dalla situazione – che si ripete ogni qualvolta che piove – hanno bloccato le vie d’accesso all’aeroporto (che è rimasto chiuso sino alla mezzanotte) per protestare contro i mancati interventi per risolvere il problema degli allagamenti nella zona.

Da segnalare come tutta la città sia stata ricoperta da una fitta grandinata che ha investito numerosi automobilisti costretti a rimanere bloccati nelle proprie auto. I disagi maggiori si sono registrati, tuttavia, nella zona sud della città, nei pressi dell’aeroporto, e della Zona Industriale.

Problemi alla viabilità anche lungo l’autostrada Catania-Siracusa, dove a causa del violento temporale ha perso la vita, Antonio Trovato, 48 anni, di Sortino, in provincia di Siracusa.

L'articolo prosegue subito dopo

Danni anche alla tratta ferroviaria che da Catania conduce a Siracusa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*