Spari in un centro commerciale di Monaco, diversi morti COMMENTA  

Spari in un centro commerciale di Monaco, diversi morti COMMENTA  

Ancora paura in Germania e tra i dieci ed i quindici morti, secondo le ultime informazioni della polizia riportate dai media locali. Diversi colpi di arma da fuoco sarebbero stati esplosi pochi minuti fa in un centro commerciale, nella città di Monaco di Baviera e sul posto, poco dopo, sarebbero intervenute numerose pattuglie della polizia. E’ quanto si apprende dai media tedeschi, tra i quali anche il sito dell’emittente N-Tv. Secondo le prime informazioni trapelate vi sarebbero diverse vittime anche se al momento non è chiaro se si tratti di persone che si trovavano in quel momento nel centro commerciale, di agenti di polizia o degli attentatori.


Il sito del quotidiano Sueddeutsche Zeitung ha scritto che potrebbe trattarsi, secondo la polizia, di un autore isolato. L’agenzia Dpa parla di diversi feriti ma anche di morti nella sparatoria avvenuta. Una portavoce ha definito la situazione incerta, con persone che sarebbero fuggite dal centro commerciale. Sul web ed in particolare su Twitter sono nel frattempo comparsi i primi video dalla zona.


Aggiornamento: sul posto vi sarebbero almeno 30 pattuglie della polizia ed elicotteri. Secondo quanto riferito da una testimona via Twitter citando i media locali, vi sarebbero ancora persone intrappolate nell’edificio e civili sarebbero stati uccisi. L’emittente tv N24 parla di almeno un morto e dieci feriti ma si tratta di informazioni ancora frammentarie.

Anche il luogo della sparatoria è da definire ma sembrerebbe trattarsi della drogheria Dm, nel centro commerciale Munich Olympia. La polizia sta invitando i cittadini a rimanere lontani dalla zona che nel frattempo è stata recintata per sicurezza.

La Farnesina ha attivato l’unità di crisi e in questi minuti sono in corso verifiche con il Consolato generale, come confermato da un tweet del Ministero degli esteri.

1 / 3
1 / 3
  • attentato in germania
  • attentatore
  • polizia a monaco

(foto Thamina Stoll)

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*