Terremoto Marche: scossa M 3.6 nella provincia di Ascoli Piceno, 290 morti

Cronaca

Terremoto Marche: scossa M 3.6 nella provincia di Ascoli Piceno, 290 morti

La terra continua a tremare e le scosse di terremoto si sposano nelle Marche. Un sisma di magnitudo 3.6 è stato registrato dai sismografi Ingv nella provincia di Ascoli Piceno, con epicentro nel comune di Montemonaco ed ipocentro a 6.8 Km. Si tratta dell’ultima di una serie di scosse, appartenenti ad un vero e proprio sciame sismico, partito dopo il primo sisma del 24 agosto notte, che ha toccato una magnitudo 6.0 e proseguite ininterrottamente da allora. Anche nella notte di oggi, 27 agosto, si sono verficate svariate decine di terremoti, uno dei quali, sempre con epicentro a Montemonaco, ha toccato la magnitudo 4.0 della scala Richter, ed è stato avvertito anche a decine di chilometri di distanza.

Intanto continua a crescere il bilancio delle vittime, salito a 290 persone che hanno perso la vita a causa del sisma che ha colpito il centro Italia. Il dato viene fornito dal dipartimento della Protezione Civile: i morti ad Amatrice accertati sono 224, ai quali vanni ad aggiungersi gli 11 decessi ad Accumoli e i 49 ad Arquata del Tronto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche