> > A Kherson partita l'evacuazione dei civili gestita da Kiev

A Kherson partita l'evacuazione dei civili gestita da Kiev

La fila di cittadini evacuati da Kherson

A Kherson partita l'evacuazione dei civili gestita da Kiev: sfollati e malati riceveranno assistenza, denaro ed una sistemazione temporanea

Volodymyr Zelensky vuole riprendersi i “suoi” ed a Kherson è partita l’evacuazione dei civili gestita da Kiev.

Il Ministero ucraino della Reintegrazione ha preso in carico un centinaio di cittadini con un treno speciale che assieme ad altri convogli ha avviato le procedure per mettere al sicuro i cittadini che non si sono riconosciuti nel referendum di “annessione” promosso dalla Russia di Putin. 

A Kherson partita l’evacuazione dei civili 

Kherson è stata riconquistata ed è di nuovo ucraina ma gli attacchi questi giorni rendono la vita in città impossibile.

Ecco perché il ministero ha riferito che già ieri era partito da Kherson un treno diretto a Khmelnytskyi, nell’ovest del Paese, con i primi 100 residenti della città che hanno approfittato dell’evacuazione prevista dal governo di Kiev. Da Facebook si apprende che “tra loro ci sono 26 bambini, 7 pazienti costretti a letto e 6 persone con mobilità ridotta“. 

“Assistenza, denaro e sistemazione gratuita”

A Khmelnytskyi, tutti gli sfollati “riceveranno assistenza ed un sostegno monetario, poi saranno sistemati gratuitamente e riceveranno aiuti umanitari”.

E in chiosa: “Ricordiamo che attualmente è possibile evacuare dalla regione di Kherson in autobus per Odessa, Mykolaiv e Kryvyi Rih“. In atto anche le evacuazioni dei pazienti degli ospedali di Kherson.