×

Agenas: occupazione intensive cala in 6 Regioni, stabile in 12; in reparto +30% in tutto il Paese

Il monitoraggio Agenas attesta che in Italia l'occupazione nei reparti sale al 30%. Ha raggiunto il 43% in Calabria. Intensive in calo in 6 Regioni.

Agenas occupazione intensive

L’emergenza coronavirus ha raggiunto il picco, stando a quanto dichiarato dagli esperti, ma al momento è importante mantenere ancora alta la soglia di allerta. Prima che le misure vengano allentate, è necessario prestare massima attenzione e prudenza. I contagi in Italia sono ancora alti e così il numero dei morti, che nella giornata di martedì 18 gennaio 2022 ha raggiunto il record della quarta ondata, con 434 vittime.

L’ultimo monitoraggio Agenas attesterebbe un calo dei posti letto in terapia intensiva, in 6 Regioni, ma a livello nazionale l’occupazione nei reparti è salita al 30%.

Agenas, occupazioni intensive in calo: i dati

L’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, attraverso il rapporto stilato martedì 18 gennaio, fa sapere che nel nostro Paese la percentuale di posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid è stabile al 18%. La buona notizia è che, in 24 ore, l’occupazione è diminuita in 6 Regioni.

Tuttavia, la percentuale di posti occupati da pazienti positivi al Covid nei reparti di area non critica ha raggiunto il 30%, aumentando in 8 Regioni nell’arco di 24 ore.

Agenas, occupazioni intensive in calo e ricoveri nei reparti ordinari in aumento

La percentuale di posti occupati da pazienti Covid in area non critica è aumentata in 24 ore in Calabria, che tocca il 43%, nel Friuli Venezia Giulia, raggiungendo il 34%, nel Lazio, al 29%, proprio come nella Marche.

La percentuale di occupazione nei reparti di area non critica è salita anche nella Provincia Autonoma di Bolzano (20%), in quella di Trento (29%), in Puglia (23%) e in Valle d’Aosta (aumentata del +5%, raggiungendo nuovamente il 57%).

I dati attestano un calo in Umbria e Molise. La percentuale resta stabile, invece, nelle altre Regioni.

Agenas, occupazioni intensive in calo: qual è l’andamento della pandemia

Oltre ai dati Agenas, l’Oms descrive l’attuale andamento della pandemia in Italia e non solo.

Infatti, stando a quanto emerso nel bollettino settimanale, nel mondo sono stati registrati 18 milioni di nuovi positivi in 7 giorni, con un incremento del 20% rispetto alla settimana precedente.

Contents.media
Ultima ora