×

Avvocato keniota fa causa a Italia e Israele per crocifissione Gesù

default featured image 3 1200x900 768x576
parco intrattenimento crocifissione

Chissà che faccia avranno fatto i legali della Corte Internazionale di Giustizia quando hanno visto l’ originale richiesta a loro inoltrata dall’avvocato del Kenya, Dola Indidis. L’avvocato ha inoltrato una causa alla Corte chiedendo la condanna dell’Italia e di Israele per l’ingiusta crocifissione subita da Gesù Cristo. Oltre a questi due Paesi, tra i querelati figurano l’imperatore Tiberio, Re Erode e Ponzio Pilato.

L’avvocato Indidis ritiene che Gesù abbia subito un processo illegittimo, e vuole che sia fatta giustizia, anche dopo tanto tempo, poiché la sua persecuzione è avvenuta ledendo i diritti umani e attraverso la commissione di una serie di reati.

Una causa del genere era stata inoltrata sempre dallo stesso legale in Kenya, ma gli era stato detto che non c’erano i presupposti giuridici per andare avanti. Ma anche in questo caso l’avvocato Indidis dovrà rassegnarsi: la Corte Internazionale di Giustizia fa sapere che si occupa esclusivamente di contenzioso tra gli Stati, quindi tale insolita causa non potrà trovare accoglimento.


Contatti:
2 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Mario Bellomo
16 Settembre 2013 19:07

Ma l'egregio avvocato non sa che l'Italia esiste da poco più di 150 anni? E al massimo deve fare causa all'antica Roma che, giuridicamente non esiste più? Se la prenda solo con Israele, visto che Pilato se ne lavò le mani…

Dario Angelo Russo
16 Settembre 2013 19:10

naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora