×

Bagnaria Arsa, sei arresti perché trasportavano migranti di nascosto con dei furgoni

Sei arresti a Bagnaria Arsa: individuati nel favorire l'immigrazione di diversi migranti. Li trasportavano in Italia all'interno dei camion.

trasportavano migranti

Sono sei gli arresti sopraggiunti a Bagnaria Arsa, in provincia di Udine, con l’accusa di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”.

Bagnaria Arsa, arresti per trasporto clandestino di migranti

Sono sei gli arresti sopraggiunti a Bagnaria Arsa, per mano dei carabinieri della compagnia di Latisana, guidati dal tenente colonnello Nicola Guercia.

I colpevoli – con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina  – avrebbero infatti trasportato diversi migranti, tutti provenienti dal Bangladesh e irregolari, sul territorio italiano attraverso dei furgoni.

Bagnaria Arsa, arresti per trasporto clandestino di migranti: i colpevoli

Sarebbero almeno le 24 persone costrette a viaggiare ammassate prima di essere “scaricate” in zona Palmanova, in provincia di Udine, luogo in cui avveniva l’importazione clandestina di migranti. Tuttavia, i Carabinieri – supportati da personale della Polizia di Stato – hanno fermato il gruppo di persone, tra i quali figuravano anche 7 minorenni, i quali hanno confessato di aver viaggiato stipati in alcuni contenitori presenti nei furgoni.

Poco dopo è scattato l’arresto di sei uomini, tutti di nazionalità romena, e di età compresa tra i 20 e i 44 anni, ritenuti responsabili del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in concorso.

Bagnaria Arsa, arresti per trasporto clandestino di migranti: le indagini

Le indagini hanno avuto inizio circa due mesi fa quando i militari hanno avuto il primo campanello d’allarme, dettato  dalla presenza di «un considerevole numero di clandestini di nazionalità bangladese» emerso a seguito di un’indagine investigativa.

Al culmine di tutti i processi di verifica, la mattina dell’8 ottobre, i militari della Compagnia Carabinieri di Latisana hanno avuto il via libera per articolare un intervento che ha portato all’individuazione di tutti i veicoli coinvolti, fermi in un’area di sosta a meno di un chilometro dallo svincolo autostradale di Palmanova.

Contents.media
Ultima ora