×

Bimbo morto a Sharm, dubbi sull’intossicazione alimentare: la Procura sentirà i genitori

Emergono dubbi sull'intossicazione alimentare. I magistrati pensano che le cause della morte del bimbo a Sharm e del malore del padre siano altre.

Bimbo Sharm

I magistrati stanno ipotizzando che le cause reali della morte del bambino a Sharm e del malore accusato dal padre non riguardino l’intossicazione alimentare. Ci sono molti dubbi su quanto accaduto e la Procura è pronta a sentire i genitori.

Bimbo morto a Sharm, dubbi sull’intossicazione alimentare: la Procura sentirà i genitori

Rosalia Manosperti e Antonio Mirabile, i genitori del piccolo Andrea, il bimbo morto a 7 anni a Sharm el-Sheikh mentre erano in vacanza, potrebbero presto essere sentiti dai magistrati palermitani. I pm che stanno indagando sulla morte del bambino stanno aspettando che siano celebrati i funerali, prima di sentire la coppia. La loro è una testimonianza fondamentale.

Dovranno ricostruire quello che è accaduto a Sharm, elencando i luoghi e i locali frequentati e le persone incontrate. La Procura, coordinata dall’aggiunto Ennio Petrigni, vuole avere un quadro chiaro per cercare di chiarire il sospetto che le cause della morte del piccolo potrebbero non essere legate ad un’intossicazione alimentare. Questa tesi, sostenuta anche dai medici egiziani, non convince gli inquirenti per diversi motivi, tra cui, per esempio, la manifestazione dei sintomi.

Il bambino e i suoi genitori, infatti, non hanno avuto dissenteria, che è tipica dell’intossicazione alimentare. Al padre, inoltre, al ricovero a Palermo dopo il trasferimento dall’Egitto, sono state diagnosticate un’insufficienza renale e un’infezione alle vie urinarie, non problemi intestinali. “Il paziente ha avuto i sintomi di una intossicazione che potrebbe essere ambientale o da contatto” hanno spiegato dal Policlinico di Palermo.

Nessun ospite del resort si è sentito male

Nessuno degli ospiti del resort in cui alloggiava la famiglia, il Sultan Garden, ha avuto disturbi legati al cibo. Gli unici a stare male sono stati Andrea e i suoi genitori. La famiglia ha raccontato ai parenti di aver mangiato nel ristorante à la carte dell’albergo e non al buffet. Gli avvocati della coppia chiederanno al resort le immagini delle telecamere interne, per capire cosa hanno cenato e come stavano, per rispondere ai dubbi che la coppia avrebbe avuto sintomi prima di recarsi dalla guardia medica. Risulta molto strano che nessun altro ospite si sia sentito male. Non sono ancora arrivate risposte dalle due autopsie eseguite sul corpo del bambino. Per conoscerne i risultati si dovranno aspettare gli esiti degli esami sui campione degli organi prelevati.

Contents.media
Ultima ora