×

Bonus terme 2021 senza Isee: come richiederlo ed elenco delle strutture convenzionate

Da ottobre potrebbe essere reso disponibile il bonus terme 2021. Come richiederlo e quali sono le strutture convenzionate.

Bonus terme 2021

Uno dei settori a soffrire maggiormente lo scotto delle chiusure dovuto alla diffusione del Coronavirus, è stato quello legato al benessere. Piscine, palestre, centri estetici e centri termali hanno faticato a tenere aperti a causa di chiare esigenze di tipo igienico e legate al corretto mantenimento delle distanze interpersonali.

Ora una misura andrà a sostenere i centri termali grazie al Bonus terme 2021, che permetterà di accedere senza isee ad apposite strutture convenzionate. Vediamo di seguito come richiederlo e in cosa consiste. 

Bonus terme 2021, chi ne potrà fare richiesta

Il Bonus terme potrà essere richiesto da tutti i cittadini italiani purché maggiorenni. Non verrà posto un limite al nucleo familiare. Ad ogni cittadino spetterà inoltre un solo bonus che dovrà essere speso presso le strutture convenzionate entro e non oltre i 60 giorni successivi dall’avvenuta prenotazione.

L’elenco completo delle strutture convenzionate verrà reso disponibile presso il portale Invitalia.it e su www.mise.gov.it. 

Si potrà usufruire di tale incentivo soltanto fino ad esaurimento risorse. Al termine della prenotazione presso la struttura, la stessa provvederà a rilasciare un attestato. 

Bonus terme 2021, quando sarà reso disponibile

Il Bonus Terme dovrebbe diventare realtà tra qualche settimana vale a dire a partire da ottobre. Sul portale di invitalia si legge a tal proposito che tale beneficio verrà reso disponibile “non appena saranno completati la convenzioni con il soggetto gestore, Invitalia, e gli iter previsti dalla legge […] a partire da quel momento i cittadini potranno rivolgersi direttamente agli istituti termali per prenotare il Bonus e per ricevere supporto le indicazioni sul suo utilizzo”

Per tale incentivo sono stati messi a disposizione 53 milioni di euro.

Ogni cittadino che ne farà richiesta potrà beneficiare di uno sconto del 100% e comunque non potrà spendere più di 200 euro.  Non ultimo si segnala che, al fine di poter beneficiare del bonus è necessario recarsi presso servizi termali che non devono risultare a carico del servizio sanitario nazionale. Il bonus è tassativamente personale e non cedibile. 

Bonus terme 2021, l’associazione di categoria: “Viene incontro  alla nostra specifica richiesta”

A manifestare apprezzamento per il provvedimento, l’associazione di categoria che ha dichiarato:  “viene incontro a una nostra specifica richiesta che da sempre sostiene la necessità di un approccio innovativo attraverso strumenti che consentano alle imprese di superare la crisi creando una ripresa della domanda rispetto alla logica dei ristori”. 

Da Codacons arrivano invece forti critiche. L’associazione dei consumatori infatti non ha esitato a definire questo bonus privo di logica “che di certo non aiuterà né i cittadini né il settore degli stabilimenti termali danneggiati dal Covid” precisando che “se da un lato poteva avere un senso concedere un incentivo per sostenere le spese relative ai servizi termali, dall’altro non si comprende perché il bonus debba spettare a tutti indipendentemente dal reddito e senza alcun limite legato all’Isee. Così anche chi non ha alcuna difficoltà economica potrà avvalersi del sussidio”. 

Contents.media
Ultima ora