> > Brasile, sparatoria a scuola: 3 morti e 11 feriti

Brasile, sparatoria a scuola: 3 morti e 11 feriti

brasile

L'assalitore ha scaricato le pallottole della sua arma semi-automatica su 2 diversi istituti

È di 3 morti (a quanto pare un alunno di 12 anni e due docenti) e 11 feriti il bilancio di una tremenda sparatoria avvenuta in due distinte scuole nelle scorse ore nella piccola città di Aracruz, nello stato di Espirito Santo state in Brasile.

Tutto è accaduto nella giornata di venerdì 25 novembre, quando un individuo con il volto coperto ha aperto il fuoco sugli alunni e sul personale di due istituti situati nella stessa strada.

La dinamica degli eventi

Le autorità hanno spiegato che l’individuo che ha fatto irruzione nei due istituti scolastici indossava una giacca antiproiettile e ha fatto irruzione nei due istituti, molto vicini l’uno dall’altro, dopo essere riuscito a rompere un lucchetto che teneva chiuse le porte.

Il segretario per la sicurezza locale, Márcio Celante, ha dichiarato che l’individuo è entrato nei due istituti con il viso coperto e, proprio per questo, nell’immediato non è stato possibile identificarlo.

Le immagini della sparatoria

Nel frattempo, in attesa di saperne di più sull’assalitore, sono apparse online le immagini dell’attacco. Le telecamere di sicurezza mostrano l’uomo entrare in una delle scuole correndo, con il volto coperto,
prima di sparare in direzione delle sue vittime.

Fra le 11 persone rimaste ferite, nove sarebbero insegnanti.

Proseguono le indagini: arrestato un alunno 16 enne

Come riporta Open, l’attentatore sarebbe già stato arrestato dalle autorità. Si tratterebbe di un adolescente, un 16enne, espulso dalla scuola nei mesi scorsi.

Il giovane ha ammesso di aver pianificato l’attacco nel corso degli ultimi due anni, utilizzando la pistola d’ordinanza del padre, un militare, e un’altra arma privata. CNN Brasile, a proposito, riporta che il ragazzo si è presentato nelle due scuole con indosso abiti mimetici dove al di sopra era riportata anche una svastica.