×

Cane investito da un’auto che viaggiava a 130 km/h in autostrada: salvo per miracolo

Una vicenda assurda quella che ha avuto come protagonista un cane investito in autostrada da un'auto che viaggiava a 130 km/h, salvo per miracolo

Cane investito miracolato

Una storia incredibile e bella, quella che proviene dal Piemonte e riguarda un piccolo cane sopravvissuto miracolosamente ad un incidente stradale, che sarebbe potuto costargli la vita. Ecco il racconto della vicenda.

Cane investito in autostrada, salvo per miracolo

È un vero miracolo quello che è accaduto nella serata di mercoledì 18 agosto 2021 al piccolo Paraflù, un cane sopravvissuto ad un incidente in autostrada, che sarebbe potuto configurarsi come la fine della sua esistenza.

Nella serata del 18 agosto 2021, il piccolo Paraflù è stato violentemente investito da una Nissan che viaggiava alla velocità di 130 km/h lungo l’autostrada A6 Torino-Savona, all’altezza di Mondovì. Uno scontro violento che nelle vie normali non avrebbe lasciato scampo ad animali o persone eventualmente coinvolti, ma invece questa volta è accaduto un vero e proprio miracolo.

Cane investito in autostrada, salvo per miracolo: ecco cosa è successo

È stato salvato da un miracolo il piccolo Paraflù, amico a quattro zampe investito dalla Nissan che viaggiava sulla A6, nella serata di mercoledì 18 agosto 2021, nello specifico, secondo quanto emerso sulla vicenda, sembra che il cane sia riuscito a salvarsi poichè dopo lo scontro ha sfondato la griglia di aerazione dell’auto ed è entrato completamente nel vano motore dove il radiatore in alluminio, piegandosi a forma di culla, ha attenuato il colpo, salvandogli di fatto la vita.

Cane investito in autostrada, salvo per miracolo: i soccorsi e le sue condizioni

Sul luogo dell’incidente, in seguito all’accaduto sono prontamente intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Mondovì e i veterinari, insieme sono riusciti a liberare il cane dall’auto e a trasportarlo in clinica per prestargli le adeguate cure mediche di cui necessitava.

Fortunatamente Paraflù, così è stato chiamato l’amico a quattro zampe protagonista di questa straordinaria vicenda, se la caverà con qualche frattura, ma nulla di serio e grave.

Il sistema di emergenza sanitario AVI si farà carico di tutte le spese che saranno necessarie per curare il cane, che di fatto è stato chiamato come il nome del liquido per radiatori, lo stesso radiatore che gli ha salvato la vita.

Una volta ristabilito, il piccolo Paraflù potrà essere adottato da una famiglia che vorrà prendersi cura di lui, sicuramente un cane così speciale non avrà molte difficoltà a trovare qualcuno che si prenda cura di lui e lo ami profondamente come merita! Una storia lieto fine.

Contents.media
Ultima ora