×

Carlo Gregoretti morto a 91 anni: addio al giornalista tra i fondatori dell’Espresso

Carlo Gregoretti, giornalista ed ex vicedirettore di Panorama nonché tra i fondatori dell'Espresso, è morto all'età di 91 anni.

Carlo Gregoretti morto

Il mondo del giornalismo è in lutto per la scomparsa di Carlo Gregoretti, cronista che esordì giovanissimo sulle pagine de L’Espresso morto all’età di 91 anni. I suoi funerali si terranno sabato 7 maggio alle ore 10 nella Basilica di Santa Sabina a Roma.

Carlo Gregoretti morto

Nato a Roma nel 1930, Gregoretti aveva iniziato a lavorare a Cronache ed è stato il più giovane del piccolo gruppo di giornalisti con cui Arrigo Benedetti nell’ottobre del 1955 iniziò a pubblicare il settimanale L’Espresso. Nel 2015, la giuria del Premio a lui dedicato gli ha anche assegnato un riconoscimento speciale per “l’esempio e la lezione di giornalismo” svolta all’inizio della sua carriera al fianco dello stesso Benedetti.

Divenuto noto alle cronache per una serie di articoli riguardanti strane manovre avvenute all’interno del Sifar, il Servizio informazioni forze armate sciolto nel 1966, è poi passato a Panorama di cui negli anni Ottanta è stato vicedirettore. Quando Mondadori ha tentato l’avventura televisiva, il giornalista ha curato Gli speciali di Retequattro, un programma di approfondimento giornalistico in onda su Rete Quattro dal 1982 al 1984.

Carlo Gregoretti morto: “Era un gran signore”

Successivamente direttore del settimanale Epoca, Il Foglio gli ha dedicato uno spazio ricordandolo come “un gran signore, un uomo di famiglia e di figli (anche altrui, era padre con naturalezza e slancio emotivo), uno sposo innamorato, un barcaiolo e pescatore, un amante della vita nei dettagli minuti e un amico di un’epoca in cui l’amicizia era ammirazione e stile“.

Contents.media
Ultima ora