×

Caro prezzi, viaggiare in aereo è sempre più costoso. La denuncia di Assoutenti

Il costo dei biglietti è sempre più proibitivo e così i voli continentali e intercontinentali sono diventati un lusso. Lo ha denunciato Assoutenti.

Assoutenti biglietti aereo

Il caro prezzi ha interessato i settori più diversi della nostra economia. Tra quelli che stanno pagando uno scotto particolarmente salato troviamo il ramo dei trasporti e in special modo quello aereo. Il costo dell’elettricità e quello del carburante hanno impattato in modo pesante sul costo della tratta e se la destinazione è intercontinentale il conto può salire ulteriormente.

“Viaggiare è diventato un lusso per soli ricchi”, ha denunciato Assoutenti. 

Assoutenti, la denuncia sul costo dei biglietti aereo

Per fare il punto su quanto siano salite le tariffe dei biglietti aereo, ci è utile portare ad esempio alcune mete internazionali. Secondo l’indagine di Assoutenti, che ha analizzato le tariffe in vigore nel mese di agosto, la meta che risulta essere la più proibitiva è la Cina. Un viaggio di sola andata da Roma Fiumicino con destinazione Pechino può arrivare a costare 3.396 euro.

Il prezzo scende di circa 1000 euro se si parte da Milano Malpensa. A quel punto si dovrà essere pronti ad affrontare un viaggio di 32 ore e tre scali. Per chi volesse evitare ogni tappa e arrivare in Cina con un collegamento diretto di 20 ore, il costo del biglietto può triplicare e toccare i 10.210 euro. 

Non sono meno costose mete come Sydney, circa 1600 euro da Roma e Milano o ancora New York.

Per raggiungere la Grande Mela infatti, si possono “sborsare” 1.243 da Fiumicino o 915 euro da Malpensa. 

Il presidente di Assoutenti: “Il trasporto aereo sta diventando un lusso per ricchi”

Nel frattempo il presidente di Assoutenti Furio Truzzi – si legge dal quotidiano La Repubblica – ha lanciato un avvertimento sulle conseguenze che si stanno ripercuotendo sul comparto aereo: “Con queste tariffe il trasporto aereo si sta trasformando in un lusso per ricchi.

L’incremento dei costi energetici e l’aumento dei prezzi dei carburanti è stato interamente scaricato sui consumatori finali attraverso un rialzo abnorme dei biglietti, rincarati a luglio del 160% rispetto al 2021″.

Contents.media
Ultima ora