> > Caso Emanuela Orlandi, il fratello di Elisa Claps: "Scettico su inchiesta Vat...

Caso Emanuela Orlandi, il fratello di Elisa Claps: "Scettico su inchiesta Vaticano"

Emanuela Orlandi fratello Pietro

Da 40 anni il caso di Emanuela Orlandi rimane senza risposta. A Chi l'ha visto interviene il fratello di Elisa Claps.

Il caso di Emanuela Orlandi, da circa 40 anni rimane senza risposta.

Ora con la sua riapertura da parte del Vaticano, riemergono elementi importanti che potrebbero chiarire un quadro della vicenda molto complicato.

A dirsi tuttavia scettico circa questo aggiornamento è il fratello di Elisa Claps, Gildo che nel corso della puntata di Chi l’ha visto dell’11 gennaio ha dichiarato: “Sono molto scettico sull’inchiesta del Vaticano, le parole rivolte a Pietro (il fratello di Emanuela Orlandi) sono le stesse tante volte rivolte a me.

La loro occupazione principale è delegittimare chi cerca la verità”. 

Emanuela Orlandi, parla il fratello Pietro e l’avvocato Laura Sgrò: “Abbiamo messaggi tra cellulari della Santa Sede”

Durante la trasmissione sono intervenuti anche il fratello di Emanuela Orlandi, Pietro e la legale Laura Sgrò. I due hanno svelato di essere entrati in possesso di “messaggi tra cellulari riservati della Santa Sede, tra il 2013 e 2014, in cui persone vicine a Papa Francesco citano documenti su di lei, ‘georadar’ e ‘tombaroli'”.

È stato anche spiegato: “Uno degli interlocutori scrisse di non informarne il capo della Gendarmeria. Li consegneremo con i nomi quando saremo chiamati a verbalizzare”.

La sorella di Emanuela Orlandi: “Spero che porti a togliere alcuni dubbi”

Oltre al fratello, ha parlato anche l’altra sorella di Emanuela, Natalina. Quest’ultima ha auspicato che “questa nuova iniziativa porti almeno a togliere alcuni dubbi”.

Ha poi rivolto a Mirella Gregori, una giovane scomparsa nello stesso periodo in cui Emanuela aveva fatto perdere le tracce, seppure con una settimana di differenza: “Vorrei che anche la procura indaghi su di lei”, ha aggiunto.