×

Chi è Sergei Polunin, il ballerino ucraino con il volto di Putin tatuato sul petto

Chi ancora non avesse sentito parlare di lui, ha conosciuto il ballerino per via del tatuaggio di Putin che ha sul petto: chi è Sergei Polunin?

chi è Sergei Polunin

Danzatore di classe ed eleganza, ballerino di grande talento: l’ucraino Sergei Polunin conquista il mondo con la sua leggiadria, ma negli ultimi giorni non sono mancate le polemiche. La causa? Il tatuaggio di Putin che ha sul petto.

Chi è Sergei Polunin, ballerino ucraino con il tatuaggio di Putin

Sergei Vladimirovich Polunin, nato il 20 novembre 1989 a Cherson, città attualmente ucraina, è un ballerino, attore e modello. Ha cittadinanza ucraina, russa e serba. In un’intervista al Guardian, nel 2019, ha ammesso di sentirsi russo da sempre. Anche nel mondo della danza, Polunin è una figura piuttosto discussa. In molti, infatti, lo hanno definito il “bad boy del balletto”. Il suo corpo sfoggia diversi tatuaggi e tra questi ne spicca uno con il volto di Vladimir Putin, che – stando a quanto da lui recentemente dichiarato – vorrebbe togliere.

Intanto però, la situazione in Ucraina e l’invasione russa hanno compromesso il suo spettacolo a Milano, che al momento è stato annullato.

Da bambino tenta la strada del successo entrando in un’accademia di ginnastica artistica. Qualche anno dopo, tuttavia, dovette abbandonare il percorso a causa di alcuni problemi di salute. A 10 anni l’audizione per il Kiev’s State Choreographic Institut, che lo sceglie per il suo incredibile talento.

Il ballerino è cresciuto a Kiev, dove ha vissuto con la mamma, mentre il padre si trasferì in Portogallo per mantenere le spese di tutti. Vedere i suoi genitori distanti lo farà soffrire molto, ma ne parlerà solo in futuro.

Sarà il tempo a regalargli grandi traguardi. Tra questi, la borsa di studio della Rudolf Nureyev Foundation che nel 2003 gli ha permessi di essere parte della British Royal Ballet School, trasferendosi a Londra.

Nel 2009 viene nominato primo solista, nel 2010 primo ballerino: a soli 19 anni è il più giovane nella storia del Royal Ballet. Reggere i ritmi del successo e degli impegni costanti lo porteranno ad affrontare alcuni momenti difficili. Nel 2012, infatti, ha dato le dimissioni dalla compagnia, senza fornire ulteriori dettagli. Solo qualche tempo dopo ha spiegato che “l’artista in lui stava morendo”.

Nei mesi seguenti ha ripreso in mano la sua vita ed è tornato a esibirsi con altre compagnie, diventando primo ballerino del Kirov Ballet e ottenendo numerosi altri successi.

Contents.media
Ultima ora