> > Chi era il pilota del caccia precipitato a Trapani

Chi era il pilota del caccia precipitato a Trapani

Caccia

Individuato il corpo senza vita del pilota del caccia precipitato a Trapani nella giornata di ieri, 13 dicembre. La vittima è Fabio Antonio Altruda.

Nel pomeriggio di ieri, 13 dicembre, un caccia è precipitato a Trapani.

Il corpo senza vita del pilota è stato individuato. La vittima è il Capitano Fabio Antonio Altruda, di 33 anni. 

Chi era il pilota del caccia precipitato a Trapani

Nella notte è stato individuato il corpo senza vita del pilota del caccia Eurofighter del 37esimo Stormo di Trapani, che è precipitato ieri, 13 dicembre, a pochi chilometri dall’aeroporto militare di Birgi. Il velivolo stava rientrando alla base dopo una missione di addestramento e, per cause da accertare, si è schiantato al suolo poco prima dell’atterraggio.

La vittima dell’incidente è il Capitano Fabio Antonio Altruda, 33enne originario di Caserta. Era entrato in Aeronautica militare con il corso regolare Ibis 5/o dell’Accademia aeronautica di Pozzuoli nel 2007. Era un pilota ‘combat ready’ su velivolo Eurofighter e aveva maturato centinaia di ore di volo. Aveva anche preso parte ad operazioni oltreconfine, in attività di air polcing Nato. 

Il corpo del Capitano è stato ritrovato nei pressi di alcuni rottami del velivolo militare nella zona di Locogrande, a poca distanza a nord di Marsala.

I resti del caccia sono finiti sul suolo a diverse centinaia di metri di distanza tra loro. I genitori della vittima sono stati informati dall’Aeronautica, che ha riferito che il Capo di Stato Maggiore e Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, a nome dell’intera Fora Armata, “si stringe in un profondo segno di vicinanza e cordoglio“. 

Aperta un’inchiesta sull’incidente

Sul caso l’Aeronautica militare ha aperto un’inchiesta di sicurezza del volo.

All’addestramento finito in tragedia, oltre al caccia precipitato, aveva preso parte anche un altro Eurofighter. I due viaggiavano leggermente distanziati. Secondo quanto appreso, la base non ha ricevuto nessuna segnalazione di avarie o problemi e non sarebbe partito nessun Sos. Non è chiaro se il Capitano Altruda si sia lanciato fuori dalla cabina mentre precipitava. L’impatto è avvenuto in una zona agricola. Dopo la tragedia il ministro Guido Crosetto ha voluto esprimere “i sentimenti del più profondo cordoglio ai familiari del capitano pilota Fabio Antonio Altruda“.

Ho espresso al generale Luca Goretti, capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare, le mie più sentite condoglianze per la grave perdita” ha aggiunto, spiegando che la famiglia della vittima non verrà lasciata sola.